Eventi

Raduno di auto storiche Fiat X 1/9 a Castelfiorentino

Domenica 26 settembre (dalle ore 8.00 Piazza Gramsci) ritrovo dei possessori e appassionati di questa spider disegnata da Bertone, che fin dalla sua prima versione (1972) riscosse un successo straordinario negli Stati Uniti.

Raduno di auto storiche Fiat X 1/9 a Castelfiorentino
Eventi 24 Settembre 2021 ore 12:23

Il mito della “spider” con la prestigiosa firma di Bertone, in un’auto che ha fatto epoca. E’ la vicenda della Fiat X 1/9, presentata per la prima volta al pubblico nel 1972, e per la quale è in programma domenica 26 settembre a Castelfiorentino un raduno di proprietari e appassionati di tutta la Toscana organizzata dal “Gruppo Fiat 500 Val d'Elsa” in collaborazione con il Club X 1/9 Italia.

L’iniziativa, che gode del patrocinio del Comune di Castelfiorentino, prenderà il via alle ore 8.00 in Piazza Gramsci con le iscrizioni e l’esposizione delle auto (parcheggio lato piazza Ridotto del Teatro, dove sono già stati apposti i cartelli di divieto di sosta). Dopodiché alle 11.00 è prevista la partenza per il giro nelle colline circostanti, con rientro all’ora di pranzo. Alle 16.00 sono in programma le premiazioni.

Concepita inizialmente come evoluzione della versione coupé della Fiat 128, la Fiat X 1/9 raggiungeva al momento del suo debutto la velocità massima di 170 km/h, e costava 1 milione e ottocentomila lire.

In maniera analoga alla Fiat 124 spider, anche la X 1/9 ebbe un successo straordinario negli USA, dove queste auto erano particolarmente apprezzate. Il primo lotto di 10 mila auto si esaurì rapidamente, e nel 1975 la produzione fu quasi interamente dedicata agli Stati Uniti. In seguito, anche il Regno Unito divenne uno sbocco importante e nel 1978 fu toccato il traguardo delle 100 mila auto prodotte. La produzione della X 1/9 cessò alla fine degli anni Ottanta.

“Oggi – come si legge nell’associazione che ne porta il nome - la X1/9 rivive una seconda giovinezza grazie all'impegno e alle attività del Club che mira a valorizzare e preservare il modello oltre che a riunire gli appassionati”.