Eventi

Giorno della Memoria, Montespertoli si unisce in una serie di eventi

Le iniziative che anticipano la commemorazione “La Montespertoli che salvò gli ebrei”, prevista per domenica 30 gennaio.

Giorno della Memoria, Montespertoli si unisce in una serie di eventi
Eventi 25 Gennaio 2022 ore 14:24

Montespertoli celebra il Giorno della Memoria con una serie di eventi da non perdere, promossi dalle varie associazioni culturali attive sul territorio. Iniziative che anticipano la commemorazione “La Montespertoli che salvò gli ebrei”, prevista per domenica 30 Gennaio alle ore 18:00 presso la Sala del Consiglio del Palazzo Comunale.

"Per Montespertoli fare memoria è un impegno che, in occasioni importanti come quella del 27 gennaio, si conferma e si rafforza, e che va anche oltre le ricorrenze. Un ringraziamento alle associazioni culturali che hanno fatto squadra nell'organizzare un ricco calendario di iniziative per condividere tutti insieme il racconto del passato nella consapevolezza che ciò che è successo non debba in alcun modo accadere di nuovo" dichiara l'Assessore alla Cultura, Alessandra De Toffoli.

La settimana della Memoria si apre nel pomeriggio di giovedì 27 Gennaio presso il Centro Culturale “Le Corti”. Alla Biblioteca Comunale Balducci, dalle 17.00 alle 20.00 si susseguiranno letture tratte da scritti di Primo Levi, Edith Bruck, Louise Jacobson, Margherita Hack, Etty Hillesum, “Il Circolo di lettura legge...” a cura del Circolo di Lettura Bibliamus. L’incontro è aperto a tutti e tutti possono intervenire portando proprie letture, con proposte di riflessione sul tema dell’Olocausto.

Venerdì 28 Gennaio, alle ore 21.15, sarà la volta del “Cinetopical”, presso la Sala della Casa del Popolo, con la proiezione introdotta come di consueto da una riflessione critica, di “Se questo è amore”, il docufilm proposto da Ucca (Unione Cinematografica Circoli Arci) e Arci Nazionale in occasione del giorno della Memoria. Uscito nel 2020, distribuito da Wanted Cinema, sotto la regia di Maya Sarfety, è la storia vera quanto incredibile della passione, nel campo di Auschwitz, fra un soldato delle SS e una prigioniera ebrea.

Il ciclo di eventi proseguirà sabato 29 Gennaio, alle ore 21.15, sempre presso la Sala Topical della Casa del Popolo, quando la musica incontrerà la “testimonianza” dagli scritti di Liliana Segre e la storia realistica, seppur di fantasia, della piccola Sara. “Il volo di Sara. Un racconto...fra le stelle” il titolo dello spettacolo, ispirato all’omonimo libro di Lorenza Farina, che sotto la regia di Marco Pacciani, vedrà coinvolte le voci di Giovanna Vannini, Gabriella Lauria, Emanuela Signorini, Lara Lazzeri e Melania Minacci, accompagnate dalla musica dell’Orchestra “Amedeo Bassi” diretta da Massimo Annibali, con un repertorio che spazia dalla musica classica al kletzmer: Casa del Popolo, Arci, SPI, Auser, Nuova Filarmonica e Accademia Musicale “Amedeo Bassi” coinvolte in un progetto comune, per un momento di riflessione su una delle pagine più tragiche della storia dell’umanità, perché “se comprendere è impossibile, conoscere è necessario”.

Il ciclo di eventi si concluderà con la conferenza “La Montespertoli che salvò gli ebrei”, prevista per domenica 30 Gennaio, alle ore 18:00, presso la Sala del Consiglio del Palazzo Comunale alla presenza del Sindaco, Alessio Mugnaini, del Cav. Gabriele Boccaccini, professore di Second Temple Judaism and Christian Origins presso l’Università del Michigan (Stati Uniti), di S. E. il Cardinale di Firenze Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze e della Prof. Silvia Guetta in rappresentanza della Comunità ebraica di Firenze e di Marco Carrai, Console onorario dello Stato di Israele per Emilia-Romagna, Toscana e Lombardia.

Per l'occasione è stata allestita una mostra permanente con pannelli didattico-informativi sulla Shoah, prodotti proprio dallo Yad Vashem, presso il Centro Culturale “Le Corti”, via Sonnino 1.
Gli eventi in programma sono tutti a ingresso gratuito. È necessario esibire il Green Pass rafforzato.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter