Eventi
Castelfiorentino

Festa del IV Novembre nel segno del Centenario del “Milite Ignoto”

Giovedì 4 novembre Festa delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale.

Festa del IV Novembre nel segno del Centenario del “Milite Ignoto”
Eventi Val d'Elsa, 29 Ottobre 2021 ore 17:21

Giovedì 4 novembre anche a Castelfiorentino si celebra la Festa delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale, che quest’anno coincide con il Centenario del trasporto del “Milite Ignoto” da Aquileia a Roma (Altare della Patria). Un evento che segnò il passaggio dalla celebrazione della Vittoria, ottenuta dall’Italia durante la “Grande Guerra 1915/1918”, alla elaborazione del lutto collettivo e alla sacralizzazione del culto dei caduti, che avrebbe trovato una più ampia attuazione con la realizzazione in tutta Italia di centinaia di Monumenti ai Caduti e dei “Parchi della Rimembranza”.

Come si ricorderà, la salma del “Milite ignoto” fu scelta ad Aquileia da una donna (Maria Bergamas) che aveva perduto il figlio durante la guerra. Di fronte a undici bare senza nome, la madre ne scelse una che rappresentava simbolicamente non solo suo figlio Antonio, ma tutti i figli delle madri d’Italia che avevano subito le conseguenze devastanti di quella tragedia bellica. Da lutto individuale e familiare, il “Milite ignoto” diventò così la celebrazione di un “lutto di massa”: il trasporto del “Milite Ignoto lungo la linea ferroviaria (passando per Venezia, Bologna, Firenze, fino a Roma) fu accompagnata ovunque da una grande partecipazione popolare, che rese omaggio al convoglio (il quale andava a velocità molto ridotta) con un sentimento collettivo di autentica commozione.

Anche a Castelfiorentino, come in altri Comuni italiani, il Consiglio Comunale ha deliberato all’unanimità quest’anno (13 maggio 2021) il conferimento della Cittadinanza onoraria al “Milite Ignoto”, raccogliendo un invito del presidente dell’ANCI, Antonio Decaro. E giovedì 4 novembre sarà deposta una corona di alloro anche alla tomba del “Milite Ignoto” che si trova nel Cimitero Comunale di Castelfiorentino.

Questo il programma delle celebrazioni. Alle ore 9.00 è previsto il raduno in Piazza Gramsci delle autorità e delle associazioni (combattentistiche, della Resistenza e del volontariato) e la partenza alla volta di Petrazzi e poi a Castelnuovo d’Elsa per la deposizione di una corona di alloro alla lapide dei caduti; a seguire (ore 10.00) la deposizione di una corona di allora alla tomba del “milite ignoto” del Cimitero Comunale. Alle 10.30 si svolgerà la messa in suffragio dei caduti alla Chiesa di Santa Verdiana e, alle 11.30, la deposizione di una corona di alloro alla lapide dei caduti della scuola elementare “Tilli”. Da qui inizierà un breve corteo fino a Piazza Gramsci (via Palestro, via Bovio, via Volontari del Sangue, Corso Matteotti) per la deposizione di una corona di alloro al Monumento ai Caduti. Previsto l’accompagnamento del trombettiere della Filarmonica “G. Verdi” e l’intervento del Sindaco, Alessio Falorni.