Eventi
unico borgo in toscana

A Radicondoli arriva Una Boccata d’Arte

Dal 26 giugno al 26 settembre 2021 ci sarà Adelita Husni-Bey che realizzerà un intervento in situ.

Eventi 24 Giugno 2021 ore 14:53

Pochi giorni ancora e Radicondoli sarà protagonista con Una Boccata d’Arte. Dal 26 giugno al 26 settembre 2021 arriverà Adelita Husni-Bey che realizzerà un intervento in situ grazie al progetto realizzato da Fondazione Elpis in collaborazione con Galleria Continua, con la partecipazione di Threes Productions.

È Radicondoli l’unico borgo in Toscana a far parte di questo progetto di arte contemporanea che coinvolge l’intero territorio nazionale. I venti borghi selezionati ogni anno in base al numero di abitanti non superiore a 5000, alla presenza di un tessuto culturale attivo e alla capacità artigianale, commerciale e ricettiva a carattere famigliare, diventano il teatro di venti interventi in situ d’arte contemporanea, realizzati da artisti emergenti e affermati, invitati da Fondazione Elpis e Galleria Continua.

 

Radicondoli ospiterà la mostra Cronaca del luogo e del tempo ripetuto di Adelita Hunsi-Bey. L’inaugurazione si terrà domenica 27 giugno alle ore 18.30 sulla terrazza panoramica «Ernesto Becucci», Palazzo Berlinghieri, Via Tiberio Gazzei 89, a Radicondoli, in provincia di Siena.

Cronaca del Luogo e del Tempo Ripetuto è un'installazione sonora diffusa nel borgo di Radicondoli che si riferisce all’andamento ciclico delle pandemie: tema centrale del lavoro svolto dall’artista, insieme ad OCRA, giovane Orchestra da Camera di Radicondoli. Il titolo è in parte un omaggio a Luciano Berio, compositore sperimentale che visse a Radicondoli, per coincidenza, proprio nella casa dove l’artista Adelita Husni-Bey ha soggiornato durante il suo periodo di residenza per la produzione dell’opera.

Prendendo spunto da esercizi di pedagogia sonora ideati dalla Scratch Orchestra, Anna Halprin, UltraRed e Pauline Oliveros, l’artista ha guidato OCRA nella produzione di partiture sperimentali che riflettono il vissuto personale dei musicisti, attraverso una serie di improvvisazioni svoltesi senza conduttore. L’orchestra ha suonato immagini, rielaborando, attraverso i propri strumenti, cronache e narrazioni sulla peste che ha colpito la Val d'Elsa negli anni 1630-1633 e sull’esperienza più recente del lockdown. L’azione musicale, come potrebbe essere definita da Berio, si avvale delle voci dell’associazione teatrale Rabèl per l’interpretazione di decreti e ordinanze dal carattere giuridico. Queste si intrecciano alle riflessioni dei componenti di OCRA sulle pandemie e sulla loro capacità di enfatizzare rapporti di potere sociali preesistenti.

 

“È davvero un onore e una soddisfazione far parte di questa rete di piccoli borghi diffusi in tutta Italia che condividono l’obiettivo di unire l’architettura paesaggistica delle nostre realtà con l’arte contemporanea in un itinerario alla scoperta dell’Italia e dell’arte - fa notare Francesco Guarguaglini, sindaco di Radicondoli -  Questa è la seconda edizione del progetto. Lo scorso anno era stata scelta Volterra per la Toscana. E quest’anno ci siamo noi. La storia, l’arte, la natura attorno a noi parlano da sole. A questo si aggiunge l’impegno per la cultura”.

L’artista Adelita Husni-Bey

(Milano, 1985), artista e pedagoga influenzata dall’anarco-collettivismo, il teatro, la giurisprudenza e gli studi urbani, ha organizzato workshop, pubblicazioni, trasmissioni radiofoniche, archivi e opere focalizzate sull'uso di modelli pedagogici non competitivi, attraverso i sistemi dell'arte contemporanea. Insegna al Cooper Union di New York; nel 2017 rappresenta l'Italia alla 57ma Biennale di Venezia. Tra le sue mostre più recenti: Maktspill, Bergen Kunsthall, 2020 e Chiron, New Museum, New York, 2019.

 

 

I promotori di Una Boccata d’Arte

Fondazione Elpis è stata costituita nel 2020 dall’imprenditrice Marina Nissim, collezionista d’arte contemporanea ed entusiasta ideatrice di mostre, i cui progetti espositivi riflettono il desiderio di condividere con il pubblico degli appassionati le sue esperienze di viaggio e di conoscenza. La Fondazione ha tra le sue finalità la tutela, la valorizzazione e la promozione delle forme espressive delle arti e della creatività contemporanee, prestando particolare attenzione all’impatto educativo e all’utilità sociale. La sua azione si concentra in particolare sul sostegno di artisti giovani ed emergenti, provenienti da Paesi e culture differenti, il cui talento meriti una maggiore opportunità di visibilità e supporto. L’azione di Fondazione Elpis è dunque aperta all’internazionalità, al multiculturalismo e al rispetto della creatività nella differenza dei linguaggi artistici. La sede espositiva della Fondazione, in via di ristrutturazione, è collocata nel cuore di Milano in un’area oggetto negli anni di un rinnovamento urbano diffuso, e inaugurerà al pubblico in primavera 2022.

Galleria Continua è stata fondata a San Gimignano nel 1990 da Mario Cristiani, Lorenzo Fiaschi e Maurizio Rigillo con l’intento di dare continuità all’arte contemporanea in un paesaggio ricco di segni dell’arte antica come quello italiano. Nello stesso anno, i tre soci fondatori hanno dato vita anche ad Associazione Arte Continua dedicata a iniziative no profit e progetti pubblici, tra questi «Arte all’Arte». Nel 2004 è la prima galleria straniera con un programma internazionale ad aprire in Cina, a Pechino. Nel 2007 inaugura una nuova sede per creazioni su larga scala – Les Moulins – nella campagna parigina; nel 2015 apre uno spazio a La Habana, Cuba, dedicato a progetti culturali ideati per superare ogni frontiera. Nel 2020 apre una nuova sede espositiva a Roma, all’interno del The St. Regis Rome e una in Brasile, Galleria Continua São Paulo, all’interno del complesso sportivo di Pacaembu. Nel gennaio 2021 ha inaugurato un nuovo spazio espositivo a Parigi, nel quartiere Le Marais.