Menu
Cerca
Una giovane penna

Storie di Premier, il calcio raccontato dal giovane Niccolò Bigazzi

22 anni, è uno scrittore appassionato del campionato inglese che punta a divulgare storie incredibili

Storie di Premier, il calcio raccontato dal giovane Niccolò Bigazzi
Sport Val d'Elsa, 27 Dicembre 2020 ore 10:00

Le storie di Premier League, alzi la mano chi non sente il fascino del campionato di calcio inglese. Una passione che anche dalla Valdelsa vede un gambassino rendersi protagonista di un contributo importante per un portale online che sta facendo sognare i tanti appassionati italiani della Premier League. Un portale con oltre mezzo milione di visualizzazioni al mese e che adesso si racconta in un libro dove ciascun collaboratore presenta i suoi pezzi, assieme ad un inedito.  Il libro si chiama Box to Box e vede fra i firmatari anche Niccolò Bigazzi, 22 anni, prossimo nel 2021, fra marzo ed aprile alla laurea in scienze della comunicazione. Il progetto parte da i tre fondatori Paolo Lazzari, Gabriele Caldieron e Francesco Sani che mettono su un sito per fare storytelling sul football d’oltremanica. Un’esperienza che vede subito coinvolto anche Niccolò: «A giugno di quest’anno ho cominciato a scrivere per loro, siamo 20 collaboratori e i numeri hanno cominciato veramente a farci sognare. Gli aneddoti, le storie, gli approfondimenti, sono questi i contenuti che gli amanti del calcio inglese leggono con molta pazienza ed interesse, perchè da sempre la Premier League ha un fascino particolare fra i più giovani e non solo». Nel libro Box to Box, Niccolò che intanto lavora in una azienda vinicola per pagarsi gli studi prima di procedere con l’ultimo passo, la laurea, vi sono spunti molto interessanti di Niccolò. «Mi piace raccontare quelle storie dove si percepiscono forti emozioni perchè oltre al calcio vi sono le persone. Penso all’infortunio occorso a Casiraghi a Upton Park quando giocava con il Chelsea contro il West Ham, superò le 25 mila visualizzazioni. Poi c’è Muamba, giocatore scomparso per 78 minuti per un arresto cardiaco, dopo che dagli spalti intervenne un cardiologo», spiega Niccolò. Fra i suoi spunti contenuti nel libro c’è anche un inno, come quello del West Ham, I’m forever blowing bubbles, poi il primo pallone storico del calcio inglese, Stanley Matthews e il doppio ruolo che un italiano, come Gianluca Vialli, ha avuto in passato come giocatore – allenatore al Chelsea. Il futuro di Niccolò? «Sogno di andare proprio in UK durante l’estate, fare qualche esperienza e girare gli stadi di oltremanica. Vorrei scrivere, continuare a farlo su tanti fronti e trasmettere emozioni».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli