DIDATTICA A DISTANZA

Scuola, i genitori del consiglio di istituto a Poggibonsi scrivono una lettera: “In questi mesi c’è stato l’impegno di tutti”

"Il nostro proposito è di trovarci a settembre all'ingresso dei nostri plessi per augurare un sereno anno scolastico alle bambine e ai bambini, alle ragazze e ai ragazzi, cittadini di domani"

Scuola, i genitori del consiglio di istituto a Poggibonsi scrivono una lettera: “In questi mesi c’è stato l’impegno di tutti”
Val d'Elsa, 04 Giugno 2020 ore 08:15
I genitori del Consiglio di Istituto 1 e 2 di Poggibonsi hanno preso carta e penna per evidenziare l’impegno di tutti durante questi mesi difficili per la scuola. Chiaro il loro messaggio: “Nei momenti più difficili la scuola non si arrende, continua a rappresentare un punto di riferimento educativo e culturale per bambini e ragazzi”.
“Abbiamo vissuto tempi difficili, ma la scuola è andata avanti, non ha spento la luce, non ha interrotto il collegamento. Certo, ci sono stati molti problemi, alcuni rimasti senza soluzione (su tutti quelli legati alla connettività), ma non possiamo che sottolineare il grande impegno messo in campo dagli Istituti Comprensivi di Poggibonsi. Nessuno si è tirato indietro: dal personale ATA ai docenti, dalle segreterie alle dirigenze – hanno scritto –
A tutti loro manifestiamo la nostra gratitudine – di genitori e in rappresentanza dei Consigli di Istituto e dei Comitati dei Genitori – per il tempo e le energie messe a disposizione della continuità didattica, per avere affrontato questo cambiamento impronosticabile andando oltre ai doveri professionali, reinventando in corso d’opera le prassi educative e le modalità relazionali. È doveroso estendere un sincero ringraziamento all’assessorato alle Politiche Educative per il supporto costante, nonché a tutti i rappresentanti di classe per il delicato compito, non sempre compreso in pieno, di sostegno e collante alla comunità scolastica.
La didattica è diventata in questi tre mesi un laboratorio, un’esperienza inedita che è andata incontro a inevitabili difficoltà, a disagi che hanno riguardato in particolare i più piccoli, ma ha saputo rimanere in piedi, mantenere quel contatto con gli studenti che auspicavamo. Questo, a nostro avviso, era l’obiettivo: dimostrare che la scuola c’era, c’è e ci sarà, e con ciò ribadire che anche nei momenti più difficili la scuola non si arrende, continua a rappresentare un punto di riferimento educativo e culturale per bambini e ragazzi”.

A fare la loro parte anche i comitati genitori e alle famiglie

“Un ringraziamento caloroso va anche ai Comitati Genitori per essere stati sempre presenti e propositivi, così come a tutti coloro che hanno contribuito con donazioni e mettendo a disposizione le proprie competenze tecniche. Grazie di cuore in particolare alla Misericordia, alla ditta Burresi & Fossati e all’Amministrazione Comunale per la dotazione di dispositivi informatici, alla scuola che si è adoperata per far fronte alla carenza di strumentazione di alcuni alunni fornendo in comodato d’uso un numero considerevole di tablet e pc, nonché all’Associazione Il Masso per avere organizzato il preziosissimo servizio di help desk, senza scordare quanti si sono offerti di intervenire per l’allestimento e la configurazione dei computer.
In ultimo, ma non certo in ordine di importanza, ringraziamo ovviamente le famiglie, per l’indispensabile supporto ai figli in questo percorso pieno di ostacoli, per avere affrontato costruttivamente le difficoltà piccole e grandi, dimostrando elasticità mentale, equilibrio e lungimiranza. Oltre alla gratitudine, alle famiglie dobbiamo una rassicurazione: l’obiettivo di tutti, nessuno escluso, è tornare a fare scuola a scuola, nelle massime condizioni di efficienza e sicurezza.
La didattica a distanza deve essere vista in realtà come una didattica in emergenza, da non confondersi con l’innovazione della didattica in senso digitale, che avverrà nel tempo e con i tempi opportuni, ma sempre e comunque a scuola. Il nostro proposito è di trovarci a settembre all’ingresso dei nostri plessi per augurare un sereno anno scolastico alle bambine e ai bambini, alle ragazze e ai ragazzi, cittadini di domani”.
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità