Scuola
Poggibonsi

Pronti via, parte il Pedibus e raddoppia

Salvadori e Gambassi: “Ringraziamo tutti i genitori che hanno aderito, le scuole e i volontari dell’associazione dei Rioni".

Pronti via, parte il Pedibus e raddoppia
Scuola 24 Settembre 2021 ore 12:34

E’ ripartito il Pedibus che ‘inaugura’ il nuovo anno raddoppiando le linee attivate. Oggi, 24 settembre, alla linea già sperimentata nelle ultime settimane del precedente anno scolastico se ne è aggiunta una ulteriore, da via Riesci per la scuola Vittorio Veneto, attivata sulla base delle adesioni e delle disponibilità riscontrate.

“Ringraziamo tutti i genitori che hanno aderito, le scuole e i volontari dell’associazione dei Rioni che si sono nuovamente messi a disposizione per questo bel progetto educativo, divertente e qualificante per la comunità”, dicono l’assessore all’Ambiente Roberto Gambassi e alle Politiche Educative Susanna Salvadori. Grazie al contributo di tutti, genitori e volontari, la linea per la scuola Calamandrei, già sperimentata lo scorso anno, è ripartita e si è attivata la linea in partenza da via Riesci che percorre tutto il centro storico per arrivare alla scuola in viale Garibaldi. La nuova linea si è attivata in modalità sperimentale anche per testare il percorso, gli orari e le fermate intermedie. I partecipanti, muniti di pettorina, hanno percorso insieme agli accompagnatori il tragitto tra il capolinea e la loro scuola. Un tragitto costellato di apposita segnaletica alle fermate intermedie.

Il progetto Pedibus è stato elaborato dai responsabili della Polizia Municipale in collaborazione con i referenti scolastici nell’ambito del progetto “Mosaico Siena – Mobilità Sostenibile nell’Area integrata dei Comuni della Provincia di Siena”, coordinato da Terre di Siena Lab. Si tratta di un servizio di ‘autobus senza ruote’ che accompagna bambini e bambine a scuola. Gli accompagnatori sono almeno due per ogni linea, uno che apre e uno che chiude, per motivi di sicurezza e anche per monitorare il rispetto delle regole. La definizione del progetto ha portato a costruire i percorsi e a mettere a punto l’organizzazione di tutti gli aspetti.

“Un importante progetto di comunità che consente di sostenere e promuovere forme di mobilità che fanno bene alle persone e all’ambiente – sottolinea Gambassi – Un processo di sensibilizzazione che parte dai bambini per contribuire a quegli obiettivi di miglioramento della qualità della vita che sono responsabilità di tutti”. “Una iniziativa dell’alto valore educativo – sottolinea Salvadori – che consente ai bambini e alle bambine di stare insieme imparando una buona pratica”.
“Grazie a tutti coloro che hanno contribuito a costruire e ad attivare il progetto - chiudono gli assessori - L’interesse c’è e già altre sono le valutazioni in corso per cui auspichiamo di poter ulteriormente implementare il servizio che ha bisogno, sempre, del coinvolgimento delle famiglie”. Il materiale informativo resta a disposizione delle scuole ed è sempre possibile aderire. Saranno attivati incontri con i genitori e i rappresentanti delle scuole per una partecipazione sempre maggiore.