Menu
Cerca
certaldo

Festa della Toscana, i bambini raccontano la Costituzione e incontrano le Istituzioni

Ospite dell'Istituto comprensivo di Certaldo, anche l'assessore regionale all'istruzione Alessandra Nardini.

Festa della Toscana, i bambini raccontano la Costituzione e incontrano le Istituzioni
Scuola Val d'Elsa, 25 Maggio 2021 ore 12:04

Una festa, nel pieno rispetto delle disposizioni anti-Covid-19, fra cerchi e coni a dettare le distanze fra le classi. Distanze da rispettare che non hanno certo frenato l'entusiasmo per la Festa della Toscana, con al centro un progetto ricchissimo dal titolo "La Costituzione è viva, viva la Costituzione!". Protagoniste, nella mattinata di lunedì 24 maggio 2021, le classi quinte delle scuole primarie dell'Istituto comprensivo di Certaldo e dell'istituto paritario Maria Santissima Bambina: hanno partecipato tre classi della "Carducci", una della "Pascoli", tre della "Masih" e una dell'istituto paritario.

Le classi sono state accolte nella palestra della scuola media dove hanno dato vita ai progetti realizzati su Costituzione e diritti, progetti realizzati con impegno nonostante la didattica a distanza e le difficoltà organizzative a essa connesse.

5 foto Sfoglia la gallery
Ad applaudire i bambini, i quali hanno ricevuto in dono una copia della Costituzione oltre ad alcuni premi legati a un progetto legato al bullismo, il sindaco di Certaldo, Giacomo Cucini, l'assessore regionale all'Istruzione, Alessandra Nardini, il consigliere regionale, Enrico Sostegni, gli assessori comunali Clara Conforti e Benedetta Bagni, il presidente del consiglio comunale, Romina Renzi, e Yuri Furiesi, presidente della sezione di Certaldo dell'Anpi, oltre ai dirigenti scolastici.

"Regalare, nell'ambito della Festa della Toscana, quest'anno festeggiata in una data differente a causa dell'emergenza Covid-19, il testo della Costituzione è un'abitudine consolidata - spiega il sindaco Cucini - E' un gesto importante che vuole comunicare ai ragazzi l'importanza di riflettere sui principi e i valori tramandati dal testo normativo più importante. Quella Costituzione ha in sé tutti i valori di una Repubblica democratica dove i ragazzi possono crescere liberi e soprattutto con diritti inviolabili. Questa mattinata è stata anche l'occasione, in sicurezza, per poter comunicare in presenza con i nostri ragazzi che, come sempre, sono riusciti a elaborare pensieri e riflessioni preziosi anche per noi adulti. Grazie all'assessore Nardini e al consigliere Sostegni per la presenza e l'attenzione che hanno dimostrato per le nostre scuole e i loro progetti. Un grazie poi al presidente dell'Anpi Certaldo, Furiesi, anche lui presente questa mattina".

"Voglio fare i miei complimenti alle bambine e ai bambini, al dirigente scolastico e ai docenti per questo progetto che avvicina i più piccoli alla Costituzione e ringraziare l'amministrazione comunale e l'Anpi per il loro impegno - sottolinea l'assessore regionale Nardini - È importante che nelle scuole si studino e si approfondiscano i principi fondamentali perché è nelle scuole che si formano le cittadine e i cittadini. Quei principi vanno conosciuti, difesi e messi in pratica, ogni giorno. Principi che potrebbero sembrare quasi scontati, diritti che si pensa siano acquisiti per sempre, ma non è così. La Toscana, come abbiamo ricordato, è da sempre, orgogliosamente, terra di diritti e vuole continuare ad esserlo. Oggi più che mai, dopo il difficile momento che abbiamo e stiamo attraversando, occorre ripartire da qui".

"La nostra Costituzione - ribadisce il consigliere regionale, Sostegni - si dimostra sempre un testo innovativo e al passo con i tempi che cambiano. Ce lo hanno dimostrato questi giovanissimi studenti di Certaldo che, come tanti loro coetanei, hanno vissuto l’anno della pandemia come un evento traumatico ma che ha mostrato loro l’importanza della salute come un elemento fondamentale nelle nostre vite. Un diritto vero e proprio, anche a tornare a sorridere senza mascherina e ad abbracciarci senza distanze".