Prestiti veloci: ecco cosa sono i prestiti personali

Prestiti veloci: ecco cosa sono i prestiti personali
Idee & Consigli 04 Settembre 2021 ore 07:15

Molto spesso si sente parlare di prestiti personali, si tratta, per chi non lo sapesse, di un prodotto di credito al consumo che prevede il finanziamento di una somma di denaro con un tasso di interesse fisso. La suddetta somma, inoltre, deve essere rimborsata mediante un apposito piano di ammortamento e attraverso rate mensili. Inoltre, è bene specificare che i prestiti personali rientrano nel novero dei prestiti cosiddetti “non finalizzati”. Questo significa, in parole povere, che si tratta di finanziamenti assolutamente non collegati ad uno specifico acquisto (ad esempio di un determinato bene) il che significa che potrà essere utilizzato per qualsiasi finalità. Infine, si tratta di prestiti concessi da istituti di credito (banche) e, a differenza di come normalmente avviene per i mutui, non è richiesta nessuna garanzia “reale”.

Le caratteristiche dei prestiti personali

Dalla premessa sopra esposta, è possibile desumere che i prestiti personali sono, essenzialmente, dei piccoli prestiti veloci erogati dalle banche che permettono di ottenere velocemente liquidità. In linea di massima, le banche tendono a fissare un limite massimo alla somma ottenibile con questo particolare prestito (in genere non superiore ad euro 30.000.00 da restituire entro un massimo di 72 mesi). Tuttavia, occorre precisare che in alcuni casi è possibile ottenere anche cifre più elevate, fino a 50.000.00 euro, superata la quale è necessario stipulare un contratto diverso, ovvero un mutuo.

Come ottenere un prestito personale

Per quanto concerne i requisiti per poter ottenere questo prestito, è necessario rivolgersi, in primis, ad una banca, oppure ad una società finanziaria, e presentare tutta una serie di documentazioni utili per accertare la sussistenza dei requisiti imposti dalla banca. In genere, occorre avere un’età compresa dai 18 fino ai 70 anni, è risaputo, infatti, che le banche non tendono a cedere denaro a persone che possiedono un’età superiore a 70 anni. Tuttavia, questo non preclude la possibilità di accedere ad altre forme di prestito, come ad esempio la cessione del quinto della pensione.

Un altro requisito fondamentale per ottenere un prestito personale è essere residenti in Italia. Al tempo stesso, è fondamentale avere un conto corrente attivo sul quale verrà concretamente versata la somma ottenuta, ove il prestito venga concesso dalla banca ovviamente. Rientra tra i requisiti anche avere a disposizione un reddito (dimostrabile) che dia una solida garanzia alla banca, o all’istituto di credito, in merito alla possibilità di restituire la somma concessa in prestito.

Quali sono i documenti necessari per poter richiedere un prestito personale

Per richiedere un prestito personale alla banca è necessario esibire tutta una serie di documentazione, in caso contrario, non sarà possibile per l’ente valutare la richiesta di finanziamento. Tra i documenti che sicuramente occorrono è possibile citare: documento di identità in corso di validità, ultima busta paga e cud per lavoratori dipendenti, ultima dichiarazione dei redditi per lavoratori autonomi, ultimo cedolino della pensione (nel caso in cui il richiedente sia un soggetto pensionato) copia delle ultime bollette pagate delle utenze. Ovviamente ogni banca può chiedere una documentazione più dettagliata, questo significa che conviene sempre chiedere quali documenti occorrono prima di recarsi di persona a chiedere il prestito.