Idee & Consigli
viaggi

La lista completa dei musei sardi da visitare

La lista completa dei musei sardi da visitare
Idee & Consigli 11 Febbraio 2022 ore 07:00

Contrariamente a quanto si pensa, la Sardegna non è caratterizzata solo dal mare incontaminato e da una rigogliosa flora. Il suo territorio pullula di musei di ogni tipo, che spaziano da quelli storici fino a quelli prettamente artistici. Di seguito verranno fornite le indicazioni per raggiungere in comodità l’isola sarda e una lista completa dei musei da non perdere.

Sardegna – Facile da raggiungere in traghetto

I traghetti sono il mezzo di trasporto più amato dai visitatori dell’isola, complice anche il fatto che vengono proposti a prezzi veramente vantaggiosi. Andando a curiosare gli orari dei traghetti Piombino Isola della Sardegna tra l’altro, verrà facile notare che questi mezzi sono operativi in fasce orarie molto ampie, comode anche per chi stacca tardi da lavoro o desidera partire molto presto, così da sfruttare al meglio il tempo a disposizione. A differenza di altri mezzi di trasporto il traghetto rende la traversata piacevole anche ai bambini e agli anziani grazie alle zone wellness, aree giochi, bar e similari. Tutto quello che può servire quindi lo si trova a bordo, tanto da trasformare una semplice traversata di poche ore in un momento carico di divertimento e per chi lo desidera, tanto relax.

I musei sardi da non perdere – Lista completa

I musei presenti in Sardegna riguardano patrimoni archeologici classici, archeologici industriali e minerari. Non mancano poi reperti collegati a grandi personaggi che hanno fatto la storia italiana, come Garibaldi o Grazia Deledda. In particolare è possibile nominare:

  • I Musei della miniera Su Zurfuru Mine, sita a Fluminimaggiore, che permette di comprendere come si svolgeva la vita mineraria dalla fine del 1700 fino ai giorni attuali. All’interno del museo sono presenti collezioni di lampade da minatore e vecchi macchinari, come il primo generatore di corrente idroelettrico della Sardegna (1895).
  • I Siti museali di Sassari di Thàmus, una rete che permette di toccare con mano l’identità e la storia di Sassari. Da non perdere sono sicuramente il Palazzo di Città, il Palazzo Ducale e il Palazzo della Frumentaria. Non mancano anche importanti siti archeologici ed edifici come il Barbacane del vecchio Castello Aragonese, il Palazzo d’Usini, la Fontana di Rosello, il Palazzo dell’Insinuazione e il Palazzzo dell’Infermeria San Pietro. 
  • Il Parco archeologico del Monte Sirai, un comprensorio archeologico che raccoglie circa 40 siti, nati dal Neolitico fino all’epoca punica. Da qui è possibile scattare anche foto mozzafiato al panorama sul Golfo di Palmas.
  • Il Museo Archeologico Nazionale di Cagliari, sito in Piazza Arsenale dentro la Cittadella dei Musei. I reperti raccolti vanno dall’era preistorica a quella bizantina. Derivano inoltre dalle province di Cagliari e Oristano.
  • Il Museo Nazionale Archeologico ed Etnografico G. A. Sanna, a Sassari, che oltre ad una sezione archeologica comprende anche una etnografica e pittorica.

Il Museo dell’arte mineraria di Carbonia-Iglesias, ubicato nei sotterranei dell’Istituto Minerario “Asproni”. Qui i turisti possono godere a pieno della cultura mineraria, attraverso esposizioni, fotografie, attrezzature e plastici in scala.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter