Menu
Cerca

Progettazione, fondi per 180mila euro per Palazzo Pretorio, via Trento ed ex aeronautica

Progettazione, fondi per 180mila euro per Palazzo Pretorio, via Trento ed ex aeronautica
Politica Val d'Elsa, 24 Febbraio 2021 ore 12:26

Un ‘tesoretto’ da 180mila euro da spendere per effettuare progettazioni, ovvero per mettere nero su bianco interventi utili a dare una marcia in più al territorio. E’ uscito il decreto dirigenziale grazie al quale vengono trasferite risorse ai Comuni per la progettazione e il Comune di Certaldo, il quale aveva partecipato all’avviso del Ministero con tre progetti differenti, è risultato destinatario appunto di 180mila euro.

Entrando nel dettaglio, le tre pianificazioni riguardano: Palazzo Pretorio, la passerella pedonale di via Trento e il recupero dell’ex comparto aeronautica.
Alla progettazione definitiva ed esecutiva degli interventi di miglioramento antisismico, per il consolidamento e il restauro per la messa in sicurezza di alcuni spazi inagibili di Palazzo Pretorio, porzioni a oggi interdette dopo la chiusura del cantiere di restauro terminato nel 2015, sono stati destinati 50mila euro.

Ammontano invece a 30mila euro le risorse per la progettazione definitiva ed esecutiva per l’adeguamento statico e sismico della passerella pedonale sul torrente Agliena, con l’importo maggiore, 100mila euro, ottenuto per la progettazione definitiva ed esecutiva di ristrutturazione e adeguamento statico e sismico dei magazzini inagibili dell’ex aeronautica miliare, in viale Matteotti.

Gli interventi, già inseriti nella programmazione triennale dei lavori pubblici, potranno quindi essere progettati previo affidamento del Comune nelle prossime settimane. Intanto l’ente sta già lavorando alla ricerca di finanziamenti per la realizzazione delle opere: a breve, verrà presentata l’idea progettuale per il recupero degli immobili dell’ex aeronautica.

“Si tratta di una cifra importante – sottolinea Francesco Dei, vicesindaco e assessore con delega fra l’altro ai lavori pubblici – a conferma della necessità di programmare e partecipare ai bandi ministeriali attraverso proposte che ci consentano poi di avere, specialmente in questa stagione di finanziamenti importanti per gli enti locali, progetti esecutivi per la successiva fase di gara”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli