PoggibonSi Può ambiente: per un “cambiamento verde”

L'evento lunedì 20 maggio al Vallone.

PoggibonSi Può ambiente: per un “cambiamento verde”
Val d'Elsa, 16 Maggio 2019 ore 12:02

PoggibonSi Può ambiente: la lista chiama a raccolta la cittadinanza, dalle nuove generazioni a chi crede che Poggibonsi possa prendere parte al “cambiamento verde”. Lunedì 20 Maggio alle ore 18.00 all’Anfiteatro del Vallone (in caso di pioggia, al centro anziani in Via Trento) una discussione con Federico Pulselli, professore dell’Università di Siena, sulla “sostenibilità ambientale a livello globale e locale.

PoggibonSi Può ambiente: l’iniziativa

I processi che regolavano lo sviluppo e il progresso nei secoli scorsi si sono rivelati la causa della attuale condizione climatica e ambientale, la fonte delle gravi questioni che riguardano non solo l’ambiente ma soprattutto il nostro benessere. La questione ambientale infatti si sviluppa intrecciandosi con quella economica e sociale. La sostenibilità al centro del nostro programma è una parola che coinvolge non solo le politiche di tutela ambientale del territorio ma mette al centro la riconversione ecologica dei nostri modi di produrre e il ripensamento dello stile di vita di ognuno di noi, essenziale per orientare scelte delle politiche pubbliche“.

Efficientamento e risparmio energetico

Il complesso di azioni abbraccia l’ambiente sotto nostre proposte e battaglie condivise dal nostro candidato sindaco David Bussagli: il potenziamento del sistema del verde con spazi sociali e urbani regolati da progetti di manutenzione condivisa con associazioni, volontari e scuole; potenziamento del sistema del verde (parco fluviale e percorsi ciclopedonali lungo il fiume Elsa, valorizzazione delle aree naturali e agricole); la sfida della sostenibilità ambientale che si declina nel rispetto dell’obiettivo del “consumo zero di suolo”, attraverso l’efficientamento e il risparmio energetico degli edifici pubblici come spinta per auspicabili investimenti dei privati, rinnovo dell’illuminazione pubblica; il potenziamento della raccolta differenziata (80% in 5 anni) e del ciclo dei rifiuti (zero rifiuti in discarica) anche con installazione di ecocompattatori e l’introduzione di sistemi premiali nella raccolta; cura della qualità dell’acqua e miglioramento graduale della rete idrica; investimenti per una mobilità sostenibile (trasporto pubblico, car pooling per chi si sposta per lavoro, valorizzazione delle ciclabili, connessioni fra spazi) ; le opportunità lavorative ed economiche che si aprono con le nuove frontiere dell’economia circolare”.

Sostenibilità e politiche ambientali

“Intendiamo infatti la sostenibilità nella sua accezione più ampia: sanità, questione sociale, economia, urbanistica e opere pubbliche, lavoro, istruzione, uguaglianza, giustizia. La questione ambientale è la vera questione del nostro tempo. Vogliamo essere quella generazione a cui i nostri figli guarderanno con orgoglio dicendo: hanno fatto il proprio dovere, l’hanno fatto pensando a noi. Teniamo impresso nella mente il monito di Greta Thumberg: “voi non avete più scuse, noi non abbiamo più tempo”. È ora il momento di agire, per non dire quando sarà troppo tardi che non si è fatto abbastanza quando non sembrava ma ce n’era bisogno“.

LEGGI ANCHE: NUOVO TERREMOTO A CASTELLINA IN CHIANTI

LEGGI ANCHE: EVASORE TOTALE PIZZICATO IN VALDELSA

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità