Politica
BARBERINO TAVARNELLE

A Paolo Borrometi, il giornalista che si batte per la legalità, la cittadinanza onoraria di Barberino Tavarnelle

Marini: “È un modello a seguire per la determinazione con la quale crede e investe nella funzione sociale del giornalismo“.

A Paolo Borrometi, il giornalista che si batte per la legalità, la cittadinanza onoraria di Barberino Tavarnelle
Politica Val d'Elsa, 11 Marzo 2021 ore 16:04

A Paolo Borrometi, il giornalista che si batte per la legalità, la cittadinanza onoraria di Barberino Tavarnelle.

Paolo Borrometi, da amico della comunità a cittadino onorario di Barberino Tavarnelle. Sentimenti di stima e solidarietà erano stati espressi negli anni passati e in varie occasioni dai cittadini e dagli amministratori comunali al giornalista Paolo Borrometi, ospite d’eccezione di alcune iniziative incentrate sul tema della legalità e della giornata celebrativa del 2 giugno, Festa della Repubblica italiana. Ora un nuovo e importante passo istituzionale si compie nel rispetto della storia del giornalista che da anni mette a rischio la propria vita nell’intento di denunciare casi illeciti ed episodi di corruzione ed affermare la verità sulle tante zone d’ombra del nostro Paese attraverso un serio e puntuale lavoro di giornalismo d’inchiesta.

Il Consiglio comunale di Barberino Tavarnelle, esprimendosi con voto unanime, ha voluto stringere ulteriormente il legame e i valori civici che uniscono la comunità di Barberino Tavarnelle alla cultura della legalità e alla lotta contro ogni forma di violenza ed espressione di criminalità organizzata. A Paolo Borrometi, e al suo impegno di uomo e giornalista libero che rispetta e promuove la tutela dei diritti e della democrazia, sarà conferita la cittadinanza onoraria di Barberino Tavarnelle. La mozione, approvata da tutte le parti politiche presenti nel parlamentino di Barberino Tavarnelle, è stata formulata dal gruppo consiliare di maggioranza Centro Sinistra Barberino Tavarnelle.

“Riteniamo che l’informazione sia fondamentale per rivelare i legami che intercorrono tra mafia e politica o mafia e giro d’affari – commenta il promotore dell’iniziativa, il consigliere comunale Alberto Marini – non si può restare inerti di fronte alle infiltrazioni mafiose che proliferano nella società civile come nell’economia del nostro paese, dobbiamo impedire che la democrazia si ammali e ciò che possiamo e abbiamo il dovere di mettere in atto è un impegno collettivo finalizzato a radicalizzare una forte azione di contrasto alla criminalità organizzata”.

“Paolo Borrometi offre un esempio – continua il consigliere comunale - un modello di rilievo nazionale da seguire per la determinazione con la quale crede e investe nella funzione sociale del giornalismo in quanto strumento di promozione di valori antimafiosi come cittadinanza attiva, cultura della responsabilità e senso civico. L’onorificenza che ci auguriamo di conferirgli presto, magari in presenza, mira ad affermare il valore di chi vive e lavora per la crescita sociale e culturale del nostro paese”.

Non appena le condizioni dell’emergenza sanitaria lo permetteranno il Consiglio comunale di Barberino Tavarnelle organizzerà una cerimonia ufficiale per il conferimento della cittadinanza onoraria a Paolo Borrometi.