Elezioni regionali

Sinistra Civica Ecologista, ecco i candidati del collegio 2

I punti programmatici della lista.

Chianti fiorentino, 20 Agosto 2020 ore 16:36

Sinistra Civica Ecologista, ecco i candidati del collegio  2

Un territorio vasto e diversificato, nel quale i candidati si impegnano a portare avanti, declinandoli a livello locale, i principali punti programmatici della lista: sanità pubblica, ambiente, lavoro, beni comuni, cultura e scuola, sviluppo inclusivo.

M Sono stati presentati oggi in video conferenza i candidati della lista Sinistra Civica Ecologista per il collegio di Firenze 2, che copre una vastissima area: Bagno a Ripoli, Chianti, Fiesole, Mugello e Alto Mugello, Valdarno e Valdisieve. Un territorio grande e diverso, che va dalle colline del Chianti alle aree montane del Mugello e dell’Alto Mugello, che comprende i bacini dei fiumi Arno e Sieve e si estende dai confini con l’Emilia-Romagna fino a quelli con le province di Arezzo e Siena. Tante dunque le tematiche al centro della conferenza stampa, che hanno permesso di entrare nello specifico dei singoli territori.

A fare da collante i principali punti programmatici della lista: sanità pubblica, conversione ecologica ed energetica, economia circolare, beni comuni e ripubblicizzazione della risorsa idrica, lavoro, diritto all’abitare, diritto all’istruzione, infrastrutture diffuse per la mobilità sostenibile, che saranno declinati secondo le esigenze e le peculiarità dei singoli territori. Il tutto all’insegna di un nuovo modello di sviluppo più inclusivo e sostenibile. che saranno declinati proprio in funzione dei territori. Due gli argomenti affrontati con maggiore attenzione: sanità e lavoro.

“C’è la necessità di riorganizzare la sanità sul territorio – ha commentato Giacomo Trentanovi – per dare a tutti i cittadini, anche quelli che vivono nelle zone più distanti, una giusta risposta di salute. Quindi confermare gli impegni della Regione per l’Ospedale di Borgo San Lorenzo, ma anche sostenere il Serristori di Figline/Incisa, sul quale c’è una mobilitazione dei Sindaci. E poi garantire adeguati collegamenti di trasporto pubblico di tutte le aree interne, che non possono rimanere ai margini dei percorsi di salute. Va ampliata in tutta la Toscana la rete dei servizi territoriali e bisognerà pensare anche a nuovo personale e a reinternalizzare alcuni servizi fondamentali, senza dimenticare ovviamente il ruolo del Terzo settore”.

In termini di lavoro è stato ricordato che nel territorio ci sono due crisi aziendali in corso: la Bekaert di Figline/Incisa, la più grande crisi aziendale in Toscana, e Baldi e Flap di Impruneta.

Micol Tinelli, di Figline/Incisa, ha appunto ricordato che la crisi Bekaert non è dovuta a una crisi della produzione o del prodotto, ma solo alla volontà della proprietà di risparmiare sul costo del lavoro, delocalizzando in Romania. “In questo modo i lavoratori – ha commentato – si sono trovati da un giorno all’altro senza lavoro, un problema che coinvolge non solo Figline/Incisa ma tutto il Valdarno”.

“Il tema del lavoro – ha commentato Serena Spinelli – sarà centrale nel dopo Covid. La pandemia ci lascerà con una crisi economica e sociale. Ma l’uscita non sarà un ritorno all’indietro, bensì un salto deciso verso un nuovo modello di sviluppo, che tenga insieme esigenze del lavoro, un lavoro di qualità, e dell’ambiente. Risparmiare sui diritti ha portato a uno sviluppo fragile, che con il Covid è crollato in un attimo. Va cambiata direzione. Ecco perché per noi l’ambiente non è un tema ma “il tema”, la cornice all’interno della quale inquadrare i vari aspetti dello sviluppo economico, del territorio e della tutela della salute”.

La presentazione dei candidati è a disposizione, in formato video integrale, sulla pagina www.facebook.com/sinistracivicaecologista

La lista – Sinistra Civica Ecologista è presente con le sue liste in tutta la Toscana; ha deciso di far parte della coalizione di centrosinistra che si candida a guidare la Regione Toscana forte di un proprio programma autonomo, che si basa su una serie di punti fondamentali. L’obiettivo è quello di contribuire all’affermazione di un governo regionale delle forze democratiche e progressiste, a fronte di un avversario comune, la destra che rischia di minare alla base i principi e i valori della nostra regione. In particolare Sinistra Civica Ecologista si propone come elemento di innovazione e di cambiamento, come asse di sinistra ed ecologista della coalizione e vuole far valere queste istanze nel futuro della nostra Regione e incidere nelle prossime scelte di governo.

I candidati

Giacomo Trentanovi: Architetto, Consigliere e poi Sindaco di Barberino Val d’Elsa nel 2014, dove permette la costruzione di scuole, realizza opere di difesa del suolo, favorisce l’ampliamento di importanti aziende, contribuisce ad accordi per la sanità territoriale e promuove la cultura diffusa e la partecipazione, oltre che la fusione con Tavernelle Val di Pesa. Da sempre dedito alla politica e alla causa pubblica e impegnato nelle liste civiche ecologiste. È fondatore e presidente di Comunità Civica Toscana con l’obiettivo di mettere in rete le tante realtà di liste civiche ecologiste e progressiste della Toscana, con la convinzione che la spinta dal basso delle esperienze locali sia utile e fondamentale per rinnovare il centrosinistra toscano.

Serena Spinelli: medico pediatra al Meyer di Firenze, dal 1999 al 2009 Assessore all’Istruzione e al Turismo e poi alla Sanità e ai servizi sociali nel comune di Fiesole. Consigliera regionale uscente, eletta nel 2015 con 5.450 preferenze nel Collegio Firenze 2, territorio verso cui ha mantenuto sempre un legame profondo, di contatto e di ascolto. Ha fatto parte della commissione Sanità e politiche sociali, si impegnata per la difesa del sistema sanitario pubblico e universale, la prevenzione del gioco d’azzardo patologico (Presidente dell’Osservatorio regionale), i diritti delle persone con disabilità. E’ stata nel Tavolo regionale per la piena applicazione della legge 194. Si è espressa a favore dell’economia circolare per la gestione dei rifiuti, la tutela dei beni comuni e ha sostenuto le associazioni ambientaliste del Padule di Fucecchio. E’ stata promotrice dell’Appello 2020aSinistra. E’ candidata capolista anche nel collegio Firenze 1.

Deanna Bargigli: ha lavorato per 40 anni all’Ospedale Serristori di Figline con mansioni amministrative e nei servizi di medicina del lavoro, igiene pubblica, ragioneria e direzione sanitaria. Attiva per oltre 15 anni nelle Rsu della Cgil Funzione Pubblica. Pensionata dal 2007, fa parte del Comitato Salviamo il Serristori: un impegno non solo per mantenere a Figline lo storico ospedale in piena efficienza e capace di fornire le giuste risposte di salute ai cittadini e al territorio, ma anche in difesa di una sanità pubblica e solidale.

Massimo Fabbri: giornalista, fotografo e insegnante nelle scuole superiori. Ha ricoperto per due mandati il ruolo di presidente dell’Atc Firenze 4. Si è occupato di turismo, in particolare sociale e ambientale. E’ stato tra i fondatori e ha diretto il Cedaf (Centro didattica ambientale e faunistica), Agenzia formativa riconosciuta dalla Regione Toscana per la didattica ambientale e faunistica. Attualmente in pensione.

Stefano Burberi: lavora presso la Fondazione Pubbliche Assistenze Firenze/Scandicci. E’ particolarmente sensibile ai problemi ecologici, ai temi dell’agricoltura di qualità, sostiene e pratica stile di vita sani e sostenibili.

Micol Tinelli: neo laureata (2020) in Lingue, Letterature e studi interculturali presso l’Università degli Studi di Firenze, con specializzazione in Inglese e Cinese. Vicina al mondo del volontariato, è da anni donatrice di sangue Avis. Ha fatto le sue prime esperienze nel mondo della politica come candidata al Consiglio comunale del Comune di Figline/Incisa.

 

 

 

 

 

Nelle foto: Giacomo Trentanovi, capolista nel collegio Firenze 2, e Serena Spinelli.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità