Montespertoli

Si avvicina il 21 novembre, la Giornata nazionale degli Alberi

"Il Comune di Montespertoli è orgoglioso di poter dare il patrocinio e un contributo alla Festa degli Alberi anche in un momento come questo - commentano Marco Pierini e Alessandra De Toffoli, rispettivamente Vicesindaco con delega all'Ambiente e Assessora alla Cultura“

Val d'Elsa, 19 Novembre 2020 ore 17:06

La Festa degli Alberi di Montespertoli, giunta alla sua sesta edizione, si svolgerà seppur in forma ridotta a causa delle restrizioni in vigore e sarà dedicata ad un tema di forte attualità, la Salute, volendo richiamare l’attenzione sull’indissolubile legame tra la salute degli Umani e la salute della Terra e del mondo vegetale, sua emanazione.

Il Comune di Montespertoli è orgoglioso di poter dare il patrocinio e un contributo alla Festa degli Alberi anche in un momento come questo – commentano Marco Pierini e Alessandra De Toffoli, rispettivamente Vicesindaco con delega all’Ambiente e Assessora alla Cultura. “Gli alberi sono attori fondamentali del nostro benessere e di quello dell’ecosistema. Come Amministrazione intendiamo investire sempre di più per sviluppare una coscienza collettiva sulla loro tutela e sulla loro difesa, perché riteniamo che la sensibilizzazione ambientale sia un preciso dovere pubblico in questo momento storico” concludono.

Il Comitato Alberi e Natura ha deciso di rinviare parte degli eventi in programma (incontro interculturale, tavola rotonda, mostre e laboratori) a quando sarà possibile svolgerli in presenza, poichè il tema della Festa di quest’anno presuppone diverse azioni esperienziali. Si è scelto di prepararli, nel frattempo, con semplici atti simbolici ma concreti, da svolgere in piccoli gruppi senza coinvolgere il pubblico che, comunque, è invitato a unirsi da lontano a fare altrettanto in privato per poi condividere con foto o video” dichiara Lucilla Lauricella, Referente del Comitato.

La Giornata Nazionale degli Alberi, come ogni anno, verrà celebrata nelle scuole, dove quest’anno il venerdì 20 saranno gli stessi insegnanti, su indicazione degli operatori del Comitato, a condurre i laboratori. Tutte le fasce di età saranno impegnate in particolar modo a realizzare il ”Bosco Umano”, un’attività volta a trasformare il concetto di distanziamento nel concetto di spazio vitale, e a far sviluppare modalità di comunicazione empatiche, come fanno gli Alberi di un Bosco, che comunicano tra loro collegandosi attraverso una rete nascosta di radici.

Ed è infatti sull’esempio degli alberi di un bosco che, per le altre attività in programma il 21 e il 22 novembre, nasce l’invito a collegarsi in modo invisibile, stabilendo nel cuore un’unione di intenti.
Ciascuno in privato, ma immaginando di essere parte di un unico grande bosco umano, potrà compiere – meglio, ma non necessariamente alla stessa ora – una stessa azione:

21 novembre ore 12 – ABBRACCIAMO UN ALBERO, indossando una mascherina con scritto “gli Alberi sono il nostro respiro”

22 novembre ore 11 – PIANTIAMO UN ALBERO, spargiamo un seme

– CAMMINIAMO E RESPIRIAMO IN UN BOSCO
(Bagno di Bosco, Shinrin Yoku, come rafforzare il sistema immunitario in Natura)

– ESPRIMIAMO CREATIVAMENTE (con disegno, pittura, scultura, collage o uno scritto) il benessere che si prova tra gli Alberi e in Natura, per partecipare alla MOSTRA sul tema “Alberi e Salute, Natura e Salute”

Le foto e i video delle testimonianze e le foto delle opere di coloro che vorranno partecipare alla Mostra dovranno essere inviate per mail a: comitatoalberienatura@gmail.com
Il materiale raccolto sarà utilizzato per il convegno e per la Mostra dedicati al tema “Alberi e Salute”, da organizzare appena possibile.

Quest’anno, inoltre, tra la Giornata Nazionale degli Alberi (21 novembre) e la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne (25 novembre), si è voluto stabilire continuità e sinergia, attraverso una VETRINA di Informazione e di Arte, a rafforzare la consapevolezza che la violenza sulla Donna e la violenza sulla Terra e sugli Alberi hanno una stessa matrice, entrambe espressioni di una medesima cultura che tratta Esseri umani e Natura come oggetti da possedere e sfruttare. Non può esistere una società sana se a questa cultura dello sfruttamento non si sostituisce una cultura del rispetto e della cura” conclude Lucilla Lauricella.

INFO: comitatoalberienatura@gmail.com3393645454
Pagina Facebook: @comitato alberi e natura

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità