SIENA

“Orange The World 2020”, iniziative a Siena per la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Il Soroptimist International Club di Siena in campo con più iniziative in occasione della ricorrenza del 25 novembre.

“Orange The World 2020”, iniziative a Siena per la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne
Eventi Siena, 24 Novembre 2020 ore 09:38

Il Soroptimist International Club di Siena in campo con più iniziative in occasione della ricorrenza del 25 novembre, Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne.

Istituita nel 1999 dalle Nazioni Unite partendo dall’assunto che la violenza contro le donne è una violazione dei diritti umani. E proprio da tale considerazione è nata negli anni più recenti l’idea dei 16 giorni di attivismo che legano il 25 novembre al 10 dicembre, Giornata Internazionale dei Diritti dell’Uomo.

Due date particolarmente importanti per il Soroptimist International, impegnato a diffondere la promozione dei diritti umani ed a contrastare ogni forma di violenza alle donne, da quella più conclamata, che ogni giorno ci viene ricordata da notizie terribili sulle prime pagine dei giornali, a quella più nascosta e peraltro molto diffusa, che colpisce tante donne tra le mura domestiche.

Come ogni anno, per dire no alla violenza contro le donne, il Soroptimist International d’Italia sosterrà la campagna internazionale “Orange The World” promossa da UN Women delle Nazioni Unite e dal Soroptimist International of Europe, per l’uguaglianza di genere e l’empowerment femminile. 16 giorni per promuovere e realizzare iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica, utilizzando in tutta la comunicazione il colore arancione, simbolo di un futuro senza violenza di genere, sotto qualsiasi forma essa si manifesti: fisica, psicologica, economica.

E proprio quest’anno il Soroptimist International sta profondendo un impegno ancora più concreto e diffuso al contrasto della violenza sulle donne, poiché l’emergenza generata dall’epidemia di COVID-19 e il conseguente lockdown hanno comportato un aumento esponenziale del rischio di violenza; come indicano i dati della UNFPA, l’agenzia delle Nazioni Unite, solo nei primi tre mesi di confinamento, aggressioni e femminicidi sono incrementati del 20% in tutti gli Stati Membri e secondo uno studio dell’ONU, quest’anno potrebbero esserci 15 milioni di casi di abuso in più se l’obbligo di restare a casa sarà prolungato nei prossimi mesi, perché troppo spesso è proprio in famiglia, dentro le mura domestiche che avvengono. In Italia, secondo quanto emerge dai dati di un recente studio ISTAT, le chiamate al 1522, numero verde messo a disposizione dal Dipartimento delle Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio, sono in forte aumento; il confronto tra il 1 marzo ed il 16 aprile di questo anno e lo stesso periodo del 2019, evidenzia un 73% di telefonate per richiesta di aiuto in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Tale incremento non è attribuibile necessariamente solo a maggiore violenza ma anche alle campagne di sensibilizzazione che hanno fatto sentire le donne meno sole, come quella fortemente sostenuta dal Soroptimist International “Se sei vittima di violenza, in farmacia chiedi la mascherina 1522 – è un codice per far sapere che hai bisogno di aiuto”. A fronte però di chiamate in crescita al numero antiviolenza, diminuiscono drasticamente le denunce ricevute dall’Arma dei Carabinieri e dalla Polizia di Stato, per maltrattamento, lesioni, percosse rispetto allo stesso periodo del 2019; in particolare le denunce per maltrattamenti in famiglia sono diminuite del 43,6%, la maggior parte delle vittime non denuncia la violenza subita, proprio perché consumata per lo più all’interno dei contesti familiari.

Il Soroptimist International Club di Siena è presente con varie iniziative, nonostante le difficoltà dovute all’emergenza sanitaria in corso ed ha scelto di proporre azioni che vanno a sostenere e “accendere” l’attenzione direttamente sulla rete volta all’assistenza delle vittime e sui luoghi deputati a proteggerle ed accoglierle per un percorso di autonomia dai loro maltrattanti.

Le iniziative a Siena e provincia di Soroptimist

Come prima cosa, è stata effettuata una donazione di 300 mascherine di colore arancione al Comando di Polizia Municipale di Siena, che ha aderito alla iniziativa con entusiasmo tramite il Comandante Tafuro. Le mascherine verranno indossate dall’intero Corpo dei Vigili il 25 novembre ed il 10 dicembre, inoltre saranno indossate dalle Vigilesse durante i 16 giorni di attivismo. Un messaggio simbolico per richiamare l’attenzione sul fatto che il lockdown dovuto all’emergenza che stiamo vivendo colpisce più duramente alcune persone rispetto ad altre; le mascherine quindi come protezione imprescindibile contro il Covid-19 ma anche come simbolo della impossibilità per le vittime di violenza di chiedere aiuto durante la pandemia.

Altre 200 mascherine arancioni, accompagnate da locandine con una comunicazione grafica dello stesso colore, sono state donate al Comune di Siena e per il tramite dell’Assessore alle Pari Opportunità Clio Biondi Santi a tutta la Giunta Comunale, oltre che alla UniCoop ed alcune farmacie della città, chiedendo al personale di indossarle nella giornata del 25 novembre.

Altra iniziativa sarà l’illuminazione della Caserma presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Siena, grazie all’adesione della richiesta da parte del Colonnello Ferrucci. Il Soroptimist International ha ricordato il rapporto di stretta collaborazione con l’Arma dei Carabinieri tramite la sottoscrizione dei Protocolli d’Intesa per la creazione della “Stanza tutta per sé”- ad oggi ben 170 realizzate dai club sul territorio nazionale e presente nella nostra città dal 2016 – chiedendo per quest’anno ai Comandi che anche le “Stanze” si accedessero simbolicamente di arancio per ricordare a tutti che c’è un luogo sicuro pensato dal Soroptimist a cui rivolgersi e per dare un messaggio ben visibile come questo, in un momento ancor più difficile cui la pandemia ha tragicamente elevato la violenza domestica e di genere colpendo sempre più mogli e madri.

L’Amministrazione Comunale di Siena ha aderito anche per quest’anno alla campagna “Orange The World” e sarà illuminata la Cappella del Palazzo Comunale in Piazza del Campo di colore arancione nei giorni 25 novembre e 10 dicembre, accendendo così uno dei monumenti simbolici della nostra città. Con grande soddisfazione hanno aderito all’iniziativa anche le Amministrazioni di Poggibonsi, che illuminerà il Palazzo Pubblico e la fontana di Piazza Mazzini, il Comune di San Gimignano che illuminerà il Palazzo Pubblico, i Comuni di Castellina in Chianti, Sovicille, Chiusdino, Murlo e Monticiano che illumineranno il Palazzo Pubblico o un altro monumento significativo del proprio territorio.

Dopo il successo riscontrato nelle scorse edizioni, il Soroptimist International Club di Siena anche quest’anno distribuirà i segnalibri e le shopper “Orange the World” nelle librerie, farmacie ed in molti negozi così da colorare di arancio le vie della città e veicolare il messaggio della campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne.

Infine, per donare un concreto supporto economico ad associazioni e centri antiviolenza che quotidianamente grazie al loro sostegno telefonico, ai colloqui personali, all’ospitalità in case rifugio, alla consulenza psicologica e legale, aiutano attivamente le donne nel percorso di uscita dalla violenza, il Soroptimist ha deciso di aderire alla campagna nazionale “Le Clementine antiviolenza di Confagricoltura Donna”, progetto nato nel 2013 dopo la tragedia di cui fu vittima Fabiana Luzzi, giovane studentessa di Corigliano Calabro massacrata dall’ex fidanzato in un agrumeto. In questo periodo, quindi, sono in vendita con un‘offerta le clementine IGP calabresi per devolvere il ricavato alla Rete D.i.RE a cui aderiscono 80 Centri antiviolenza in tutta Italia (https://www.direcontrolaviolenza.it/); quest’anno con l’emergenza sanitaria Covid-19, l’iniziativa sarà condotta in versione digitale, le cassettine di clementine non saranno più nelle Piazze, ma potranno essere acquistate online e verranno spedite direttamente a casa.

Soroptimist International, in Italia ha 5000 socie e 157 club, è un’associazione mondiale di donne che rappresentano categorie professionali diverse e si impegnano attraverso azioni concrete, per promuovere la parità di genere, i diritti umani, lo sviluppo sostenibile.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità