economia

Super fusione tra Cantina Sociale di Certaldo e Cantina Colline del Chianti di Poggibonsi: nasce Vivito (Vini di Viticoltori Toscani)

La base produttiva da cui parte la nuova cooperativa Vivito è imponente: si tratta infatti di 105mila quintali di uva lavorata per una superficie vitata di 1650 ettari.

Super fusione tra Cantina Sociale di Certaldo e Cantina Colline del Chianti di Poggibonsi: nasce Vivito (Vini di Viticoltori Toscani)
Val d'Elsa, 12 Agosto 2020 ore 14:57

Super fusione tra Cantina Sociale di Certaldo e Cantina Colline del Chianti di Poggibonsi: nasce Vivito
(Vini di Viticoltori Toscani)

Importantissima novità nel panorama vitivinicolo toscano: la Cantina Sociale di Certaldo e la Cantina Colline del Chianti di Poggibonsi (entrambe cooperative) hanno votato la loro fusione dando così vita alla nuova Coop Vivito (Vini di Viticoltori Toscani) che riunisce quindi oltre 700 soci. Una grande realtà che unisce due delle eccellenze vitivinicole toscane: quella della Vernaccia di San Gimignano (di cui la Cantina sociale di Certaldo è una delle maggiori produttrici) e quella del Chianti Classico di cui invece fa storicamente parte la Cantina Colline del Chianti di Poggibonsi. Una fusione che nasce sotto i migliori auspici, essendo entrambe le cooperative prive di debiti e in piena salute: la fusione in questo caso è il frutto di una scelta strategica maturata nel tempo e non di una necessità dettata da situazioni contingenti. La base produttiva da cui parte la nuova cooperativa Vivito è imponente: si tratta infatti di 105mila quintali di uva lavorata per una superficie vitata di 1650 ettari; da un punto di vista economico invece si parte da un patrimonio netto di 9,5 milioni e un valore della produzione pari a 12,5 milioni di euro. Il piano industriale varato per il lancio di Vivito prevede 700mila euro per la riqualificazione dello stabilimento di Poggibonsi e 180mila euro per l’acquisto di macchinari. Numeri che parlano da soli e che dimostrano come Vivito nasca con le carte in regola per poter giocare un ruolo da protagonista nel futuro della viticoltura toscana.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità