Certaldo

La protesta: I commercianti consegnano al sindaco le chiavi dei loro negozi

Cucini: "Sono vicino. Il Comune fa la sua parte, ma il Governo doveva essere più incisivo"

La protesta: I commercianti consegnano al sindaco le chiavi dei loro negozi
Val d'Elsa, 28 Aprile 2020 ore 16:21

E’ scattata anche a Certaldo la protesta dei commercianti contro la fase 2 annunciata dal premier Conte. Sull’argomento è intervenuto anche il sindaco Giacomo Cucini che si è detto vicino ai propri commercianti.

«Ho ricevuto le chiavi di moltissime attività commerciali di Certaldo – ha scritto il primo cittadino sulla propria pagina Facebook – Ovviamente è un gesto simbolico che manifesta tutta la difficoltà di questo momento, tutta la rabbia e anche la delusione.  Tutto accompagnato da una lettera in cui si manifesta queste sensazioni, si riconosce anche la vicinanza dell’amministrazione e proprio tramite di essa hanno avuto bisogno di manifestare il loro forte disagio. Credo sia assolutamente comprensibile e mi sento molto vicino alla loro preoccupazione. Sono stato fra i primi a dire che andava chiuso tutto al più presto, chiudere tutti per riaprire prima possibile. Adesso di tempo ne è passato molto e se il governo crede ci siano le condizioni per una fase due, queste devono esserci per tutti. Anche i commercianti sapranno come attuare i protocolli di sicurezza e tutelare la salute di tutti. Se si può lavorare nelle aziende in sicurezza, lo faranno anche i commercianti e gli artigiani per loro stessi e per i loro clienti.
Non era opportuno che la discriminante fosse la categoria, ma se si poteva o meno attuare i protocolli sanitari».

Il punto cruciale rimangono gli aiuti alle categoria.

«Il Comune fa la sua parte, abbiamo già scontato la tosap del 30% e abbassato al 50% l’affitto di attività in locali di nostra proprietà. In queste ore stiamo valutando ulteriori aiuti sia su imposizione fiscale come come eventuale contributo libero», ha aggiunto Cucini non dimenticando di ricordare che gli aiuti da parte del Governo sarebbero dovuti essere più incisivi nel mese di aprile.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità