MONTERIGGIONI

Diesse: pronto l’impianto più grande d’Italia

Dodici milioni di euro e 10mila metri quadri: in Strada dei Laghi uno degli stabilimenti più all’avanguardia in Europa.

Diesse: pronto l’impianto più grande d’Italia
Chianti fiorentino, 25 Luglio 2020 ore 09:30

Un impianto bio-diagnostico all’avanguardia, il più grande in Italia e tra i più grandi in Europa: è il progetto avviato da Diesse Diagnostica Spa, azienda leader di produzione integrata e interamente in-house di sistemi diagnostici in vitro con base a Monteriggioni, che intende festeggiare i suoi primi 40 anni di attività con un investimento strutturale di ampia portata che la renderà sempre più affermata a livello mondiale, e rafforza al tempo stesso il legame col territorio del borgo turrito.

Una nuova pagina della storia avviata dal professore senese Achille Sclavo, pioniere nel campo delle scienze della vita, di cui Siena è capitale. Il nuovo impianto sorgerà in Strada dei Laghi, a fianco dell’attuale sito, già oggetto di un intervento da 1,5 milioni di euro: nel complesso, il nuovo quartier generale sarà dotato di 10mila metri quadri, di cui 7mila occupati dalla nuova struttura, che si concentrerà su produzione e ricerca, e vanterà anche due laboratori ad alto confinamento biologico. La prima pietra sarà posata nel novembre 2020: Diesse investirà circa 12 milioni di euro accompagnando i propri obiettivi di crescita e portando nel mercato della diagnostica l’unione del design italiano con la tecnologia innovativa.

Con grandi benefici – scientifici, industriali e occupazionali – per tutto il territorio. Fautore di questa decisiva svolta è stato Massimiliano Boggetti, chief executive officer di Diesse dal luglio 2019. «Si tratta di un piano davvero molto bello – afferma l’amministratore delegato – pilastro di un investimento strutturale lungimirante cui pensavamo da quando siamo subentrati con il fondo ArchiMed. Nei prossimi giorni depositeremo il progetto al Comune di Monteriggioni: sarà uno stabilimento moderno, snello, dotato di tecnologie industria 4.0. La nostra iniziativa va in controtendenza con l’attuale momento di crisi: quando l’ho illustrata in Regione – racconta – mi hanno quasi preso per pazzo». La realizzazione del nuovo impianto sarà accompagnato, come conferma Boggetti, da un’espansione in termini occupazionali. L’azienda conta oggi 180 dipendenti e un fatturato di 25 milioni di euro, la presenza globale in oltre 100 paesi, tre sedi produttive e un centro di ricerca per la progettazione e la realizzazione di test e di nuovi strumenti di rilevazione diagnostica automatizzata.

«Diesse è parte integrante – conclude l’ad – di un distretto dei vaccini tra i più qualificati e importanti al mondo, grazie all’incubatore di Toscana Life Sciences. Siena è tra i protagonisti mondiale nella lotta al Coronavirus».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità