Cisl Fp Siena prende le distanze da Cgil e Uil

"Nessuna iniziativa di natura politica".

Cisl Fp Siena prende le distanze da Cgil e Uil
Siena, 04 Aprile 2019 ore 14:48

Cisl Fp Siena si dissocia dal comunicato stampa a firma CGIL e UIL dello scorso 2 aprile, a seguito delle affermazioni rilasciate da alcuni assessori in merito ad un progetto di statalizzazione delle scuole dell’infanzia e dell’appalto di un nido.

Personale scolastico in stato di agitazione

A seguito delle affermazioni rilasciate da alcuni assessori in merito ad un progetto di statalizzazione delle scuole dell’infanzia e dell’appalto di un nido, il personale dei Servizi educativi del Comune di Siena, riunitosi in assemblea con la RSU e le Organizzazioni Sindacali lo scorso 1 aprile, ha deciso di procedere con lo stato di agitazione.

Cisl Fp Siena si dissocia dalle iniziative di natura “politica”

La Cisl Fp si dissocia dal comunicato stampa a firma Cgil e Uil dello scorso 2 aprile, in quanto ritiene fondamentale moderare i toni del confronto, mantenere il dialogo con l’Amministrazione Comunale in carica, così come ha sempre fatto anche con le precedenti, tutelando i diritti dei lavoratori, mettendo in atto tutte le forme di lotta possibili sotto il profilo sindacale e dissociandosi dalle iniziative di natura puramente “politica” che non le competono.

Obiettivo: mantenere i livelli occupazionali sul territorio

Si ritiene prioritario il mantenimento dei livelli occupazionali sul territorio in un momento particolarmente delicato della storia sociale del paese e di Siena impegnandosi inoltre a non disperdere ma anzi a valorizzare le rispettive professionalità. La Cisl Fp non sottovaluta le esternazioni fatte dagli assessori sia in merito alla statalizzazione delle scuole dell’infanzia che alla gestione separata di un asilo nido e continuerà con tutte le proprie forze a sostenere i diritti dei lavoratori del settore educativo. Ribadisce che è obiettivo comune che i servizi erogati continuino a rappresentare un’eccellenza. Cisl Fp sarà presente alla riunione convocata per venerdì prossimo, 5 aprile, dal Prefetto per la conciliazione richiesta nello stato di agitazione.

LEGGI ANCHE: Servizi educativi Siena in stato di agitazione

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità