Incentivi

Bonus per auto e moto: tutti gli sconti per ottenerlo

il segmento delle auto ibride, elettriche e plug-in, che continua a crescere.

Bonus per auto e moto: tutti gli sconti per ottenerlo
Siena, 07 Agosto 2020 ore 15:18

Bonus per auto e moto: tutti gli sconti per ottenerlo

 

Ricomprarsi una nuova macchina o una moto non sarà poi così difficile. La vostra vecchia auto non ce la fa più? Troppi i chilometri o le volte che è dal meccanico? A venire incontro alle esigenze delle famiglie ci ha pensato l’atteso bonus rottamazione, purché siano con emissioni di CO2 fino a 60 g/km e con un prezzo di listino fino a 61mila euro Iva inclusa (50.000 euro Iva esclusa). Il contributo sarà possibile prenotarlo, sulla piattaforma online ecobonus.mise.gov.it.

Eco tassa

Il Governo ha previsto un’ecotassa per scoraggiare l’acquisto di vetture inquinanti. Dall’1 marzo 2019 fino al 31 dicembre 2021 tutti coloro che acquisteranno un’auto pagheranno di fatto: con emissioni tra 161 e 175 g/km, 1.100 euro; fino a 200 g/km, 1.600 euro; fino a 250 g/km, 2.000 euro; oltre 250 g/km, 2.500 euro.

Moto e scooter

Ma non ci sono solo le macchine. Incentivi anche per l’acquisto di moto e scooter elettrici o ibridi. E’ stato, infatti, introdotto sia il contributo al 30% del prezzo d’acquisto senza ricorrere alla rottamazione, sia aumentato al 40% il contributo già previsto con la rottamazione. Rimanendo sempre sulle due ruote, per moto e motorini elettrici o ibridi l’ecobonus nel 2020 sale fino a 4 mila euro in caso di rottamazione di uno vecchio. Senza la rottamazione, si ferma a 3 mila euro.

Per le auto

Come detto, tante le novità, sopratutto per l’acquisto di auto Euro 6. Sono previsti incentivi fino a 3.500 euro per chi acquista un’auto Euro 6 (categoria che comprende anche mezzi a benzina e gasolio) e ne rottama una vecchia di almeno 10 anni. Il contributo dipende anche dalla scelta del concessionario di applicare l’ulteriore sconto di 2 mila euro sull’acquisto. L’incentivo si dimezza senza rottamazione. Il bonus vale fino al 31 dicembre 2020 per auto con prezzi fino a 40 mila euro.

Come funziona l’incentivo

Districarsi tra i numeri non sarà così difficile. A fare sicuramente la loro parte ci saranno le concessionarie e le case madri. Le direttive, però, le ha date il Governo. Così, le auto con emissioni CO2 da 0 a 20 g/km avranno 10mila euro con rottamazione (8mila euro di bonus + 2mila euro di sconto concessionario), 6.500 euro senza rottamazione (5.500 euro di bonus + 1.000 euro di sconto concessionario). Prezzo massimo 50mila euro IVA esclusa (61mila euro IVA inclusa); emissioni CO2 da 21 a 60 g/km: 6.500 euro con rottamazione (4.500 euro di bonus + 2.000 euro di sconto concessionario), 3.500 euro senza rottamazione (2.500 euro di bonus + 1.000 euro di sconto concessionario). Prezzo massimo 50mila euro IVA esclusa (61mila euro IVA inclusa). Emissioni CO2 da 61 a 110 g/km: 3.500 euro con rottamazione (1.500 euro di ecobonus + 2.000 euro di sconto concessionario), 1.750 euro senza rottamazione (750 euro di ecobonus + 1.000 euro di sconto concessionario). Prezzo massimo 40mila euro IVA esclusa (48.400 euro IVA inclusa).

Auto green

L’incentivo arriva a 10 mila euro per le elettriche e a 6.500 per le ibride. Anche le patenti scadute nei mesi del lockdown resteranno valide fino alla fine dell’anno (vedi articolo sotto), così come pure le carte d’identità.

Auto elettriche o ibride

Da molto tempo ormai, sia i rivenditori che i Governi spingono per gli incentivi destinati all’acquisto di auto elettriche o ibride.

Insomma, il dl dà definitivamente una boccata d’ossigeno al settore automobilistico. A maggio è stato registrato un calo del 23,1% delle immatricolazioni rispetto al 2019. Non è andata meglio a giugno, un mese ancora più difficile per il mercato automobilistico, che a livello di immatricolazioni, da inizio anno, ha visto un crollo complessivo del 46%.

In controtendenza, invece, il segmento delle auto ibride, elettriche e plug-in, che continua a crescere. A snocciolare i numeri è stato il portale QuiFinanza.it. I dati di mercato si attestano intorno al 3% (1,7% le elettriche pure, 1,2% le plug-in). Le ibride classiche (benzina+elettrico o diesel+elettrico ma senza la possibilità di ricarica alla spina) hanno conquistato invece una quota di mercato del 12%.

Ma per essere certi di quali veicoli rientrano nel decreto è necessario fare un giro sulla piattaforma online ecobonus.mise.gov.it.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità