Cultura
Castelfiorentino

Visit Castelfiorentino, nuovo sito di promozione turistica

La presentazione questa mattina all’Ostello Locanda d’Elsa.

Visit Castelfiorentino, nuovo sito di promozione turistica
Cultura Val d'Elsa, 26 Giugno 2021 ore 13:06

Puntare decisamente sul web e sui “social”, nella consapevolezza che ormai i turisti si informano autonomamente prima di scegliere la località dove soggiornare, i luoghi da visitare, o anche semplici curiosità che possono rendere più ricca ed emozionante l’esperienza di una vacanza. E’ questo, in estrema sintesi, la mission di “Visit Castelfiorentino” (www.visitcastelfiorentino.it) il nuovo sito di promozione turistica che è stato presentato questa mattina all’Ostello “Locanda d’Elsa”. Sono intervenuti il Sindaco, Alessio Falorni, il Vicesindaco con delega a Cultura e Turismo, Claudia Centi, il team di Riot Design che ha realizzato il sito (Marco Lari, insieme ai suoi collaboratori Giacomo Salvadori, Paolo Marchetti e Matteo Bigi) e il presidente di Proloco Castelfiorentino, Sabrina Bartali, cui è stato affidato il compito di valorizzare le sue potenzialità.
Punti di forza del nuovo sito sono le immagini e i video, in grado di catturare immediatamente l’attenzione del visitatore con pochi “clic”. Un biglietto da visita accattivante, insomma, per far conoscere a colpo d’occhio le innumerevoli bellezze artistiche e culturali presenti nel territorio di Castelfiorentino, ma anche il valore ambientale del suo paesaggio e delle sue colline, disegnate secondo i contorni tipici della campagna toscana. Grazie soprattutto ai video girati con il drone, il potenziale visitatore viene quasi accompagnato a scoprire altre informazioni di interesse turistico, i luoghi da visitare, dove soggiornare e mangiare, e così via. Successivamente al lancio, il sito web progredirà grazie all’inserimento di un blog per la divulgazione di notizie, curiosità ed eventi, e una sezione dedicata alle attività che potranno essere svolte sul territorio. Anche le sezioni “dove soggiornare” e “cosa vedere” si arricchiranno con il tempo di nuove gallery e pagine dedicate alle varie aziende ricettive, per poi in futuro aprire questa visibilità anche alle attività commerciali
Il sito è completamente responsive: e’ quindi fruibile da qualsiasi dispositivo (pc, smartphone, tablet, ecc..) uno vi acceda. Si presenta al momento in doppia lingua italiano/inglese, ma nulla esclude che in futuro ne possano essere aggiunte altre. Altro elemento caratterizzante è l’indicizzazione, che consente a “Visit Castelfiorentino” un buon piazzamento sui portali e i motori di ricerca. Esso si presenta infine come uno strumento utile per chi desidera conoscere più a fondo la storia della comunità. La sezione dedicata ai “personaggi illustri”, ad esempio, è un modo per far percepire alle persone che, anche crescendo in un paese di 18.000 abitanti, si possono conquistare traguardi impensabili.
“Siamo felici – osserva il Vicesindaco con delega a Cultura e Turismo, Claudia Centi - che l’avvio della stagione turistica sia accompagnato da questo nuovo strumento di promozione del nostro terrritorio, che punta a intercettare il turismo decentrato e a proporsi come richiamo per quanti gravitano intorno alle grandi città d’arte, come Firenze, Pisa o Siena. Sempre di più i turisti, i giovani in modo particolare, fanno una ricerca preventiva sul web e sui “social” per scegliere dove andare in vacanza. Avere a disposizione un nuovo sito, ricco di immagini e video accattivanti, può catturarne così la loro attenzione e indurli a soggiornare a Castelfiorentino, per visitare il nostro centro storico, il patrimonio artistico e il territorio, senza rinunciare alle gite fuori porta nelle città che ho ricordato e nelle località di interesse vicine. Desidero ringraziare tutto il team di Riot Design, Marco Lari, Paolo Marchetti, Giacomo Salvadori, Matteo Bigi, e la Proloco cui è stata affidata insieme a Riot design la gestione e l’aggiornamento congiunto del sito. Sono certa – conclude Centi - che questo nuovo strumento offrirà interessanti opportunità e maggiore visibilità anche al tessuto ricettivo, commerciale e gastronomico del nostro territorio”.