Menu
Cerca
certaldo

Uffizi Diffusi, il direttore Schmidt in visita a Certaldo: “Il borgo ha le carte in regola per partecipare al progetto”

Il direttore delle Gallerie fiorentine ha fatto tappa a Casa Boccaccio e Palazzo Pretorio. Il sindaco Cucini: "Orgogliosi di questa visita"

Uffizi Diffusi, il direttore Schmidt in visita a Certaldo: “Il borgo ha le carte in regola per partecipare al progetto”
Cultura Siena, 27 Aprile 2021 ore 10:30

Palazzo Pretorio e Casa Boccaccio fra i luoghi del progetto ‘Uffizi diffusi’? E’ una reale possibilità. Nella giornata di ieri, lunedì 26 aprile 2021, il direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, è stato in visita nei luoghi della cultura certaldese, passando in rassegna la dimora dell’autore del Decameron e, subito dopo, il palazzo simbolo del borgo alto di Certaldo. Ad accompagnarlo in rappresentanza dell’amministrazione comunale, il sindaco Giacomo Cucini e l’assessore alla Cultura, Clara Conforti.

Il sopralluogo ha avuto l’obiettivo di valutare il possibile inserimento dei musei certaldesi fra le sedi degli Uffizi diffusi: in questo caso, anche Certaldo diverrebbe tappa di questo ambizioso progetto promosso dalle Gallerie degli Uffizi con la volontà di diffondere l’arte sul territorio toscano e non solo.

6 foto Sfoglia la gallery
“Ho passato un pomeriggio davvero affascinante qui a Certaldo sia nel borgo sia nella Casa di Boccaccio che nel Palazzo del Vicario – ha sottolineato il direttore Schmidt – E’ un luogo unico, estremamente affascinante per il paesaggio che lo circonda ma soprattutto per gli edifici che ospita. Ci sono già delle connessioni forti con le Gallerie degli Uffizi a partire dalle copie ottocentesche dagli affreschi dei tre poeti, Dante, Boccaccio e Petrarca nella Casa di Boccaccio fino all’affresco di Pietro Benvenuti, artista del quale noi abbiamo proprio negli Uffizi delle opere. Queste connessioni ci sono e direi che un luogo straordinario come Certaldo ha tutte le carte in regola per partecipare al progetto degli Uffizi Diffusi”.

“Siamo molto orgogliosi di questa visita – sottolinea il sindaco Cucini – Ha anche un forte valore simbolico visto che è avvenuta in questa giornata di riapertura del sistema museale, dopo mesi di porte chiuse. Voglio leggerlo come un messaggio di speranza, che in questa stagione musei e visitatori tornino a essere protagonisti nel nostro borgo storico e in tutto il nostro territorio. Il direttore Schmidt, in questa occasione, ha avuto la possibilità di visitare due delle nostre eccellenze, Casa Boccaccio e Palazzo Pretorio. Si tratta di un patrimonio in evoluzione sul fronte del sistema espositivo e dei progetti culturali. Tutti noi speriamo che questa visita possa aprire le porte al prestigioso progetto degli Uffizi diffusi, così da poter guardare a nuove sinergie vincenti per il territorio e la promozione dell’arte e alla creazione di un filo conduttore con il resto dell’Empolese Valdelsa interessato da questo percorso, a partire dalla Villa medicea dell’Ambrogiana di Montelupo Fiorentino”.