Montaione

Tesi da 110 e lode per il «paese green»

La storia di Katia Persone, laurea presso la facoltà di Management di Pisa dopo aver svolto il servizio civile in Comune

Tesi da 110 e lode per il «paese green»
Val d'Elsa, 15 Luglio 2020 ore 21:04

Diventare protagonisti del proprio paese grazie ad una tesi di laurea e trovarsi dentro le mura del municipio con il servizio civile. E’ la storia della giovanissima, Katia Persone, 24enne laureata con 110 e lode grazie ad una magistrale alla facoltà di economia e management dell’università di Pisa con una ricerca sul percorso green che l’Amministrazione comunale di Montaione sta portando avanti. D’altronde lo stesso titolo della tesi è esplicativo: «Verso la green smart city: un’analisi del caso del Comune di Montaione». Katia, sempre in pari con gli esami, ha deciso, prima di decidere l’argomento della sua tesi, di svolgere servizio civile presso il comune di Montaione. Un’esperienza cominciata nel dicembre 2019 e sospesa poi temporaneamente per il Covid 19. A dicembre mancava solo un esame prima del grande passo della tesi e così Katia, durante il servizio civile, dove svolge mansioni all’ufficio anagrafe, ha deciso di approfondire il tema dell’impegno green del comune di Montaione. Il suo professore si occupava di pubbliche amministrazioni e lo stesso sindaco, Paolo Pomponi, aveva messo sul tavolo di Katia una serie di certificazioni, ottenute nel corso degli anni dal Comune valdelsano. «O si parte dal basso o non si fa niente» ha spiegato Katia. Il percorso è cominciato nel 2007. Svariati spunti sono emersi dalla tesi di Katia. Uno dei temi sui quali il paese dovrà lavorare sarà la mobilità: installazione di colonnine per i mezzi elettrici ed incentivare il car sharing, magari con un’applicazione. «Forse ancora non c’è la mentalità, ma facciamo un esempio concreto. Per andare a Empoli o si prendono bus o treni, con orari non sempre appropriati rispetto ad orari di lavori e di studio» prosegue Katia. Lo smart working è stato un altro aspetto studiato dalla giovane montaionese: «Non si può fare tutto con questa modalità. Si può approcciare un procedimento per i dipendenti comunali e successivamente per gli altri, dividendo la settimana lavorativa. Ci sono alcuni servizi, come appunto l’anagrafe, che occorre necessariamente svolgerla di persona». Senza dimenticare poi il turismo: «Questo paese vive di questa ricchezza. Curioso vedere, studiando i dati della Città Metropolitana di Firenze, come tanti turisti siano green. I loro paesi di provenienza infatti si sono impegnati in politiche attive su questo tema. E’ un buon punto di partenza».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità