Menu
Cerca
CASTELFIORENTINO

Patto di amicizia con Cefalù, invito a far parte del nuovo Comitato

Entra nella fase operativa il sodalizio con uno dei borghi più belli della Sicilia. I cittadini interessati a far parte del “Comitato di amicizia” possono rivolgersi all’Assessore Francesca Giannì.

Patto di amicizia con Cefalù, invito a far parte del nuovo Comitato
Cultura Val d'Elsa, 22 Dicembre 2020 ore 15:56

Entra nella fase operativa il sodalizio tra Castelfiorentino e il Comune di Cefalù, uno dei borghi più belli d’Italia e una delle più note località costiere della Sicilia settentrionale, con cui è stato siglato un “Patto di amicizia”. Il Comune ha infatti deciso di lanciare un appello a quanti sono interessati a partecipare alle attività del nuovo Comitato (in via di costituzione), invitandoli a  segnalare la loro disponibilità: è intenzione, infatti, dell’Amministrazione comunale organizzare una prima visita a Cefalù già dalla prossima stagione estiva, compatibilmente con la fine dell’emergenza pandemica.

 

Come si ricorderà, il Patto di amicizia tra Castelfiorentino e Cefalù è stato siglato dal Sindaco, Alessio Falorni, e dal Sindaco di Cefalù, Rosario Lapunzina, allo scopo di avviare occasioni di scambio sociale e culturale tra le due popolazioni e contribuire così a costruire un legame speciale tra il cuore della Toscana e la Sicilia. Cefalù, che ha una popolazione di poco più di 14.000 abitanti,  presenta caratteristiche artistiche e culturali di particolare rilievo (il Duomo è patrimonio Unesco) mentre Castelfiorentino rappresenta un fiorente centro di attività teatrale (grazie al Teatro del Popolo, e non solo) e numerose Ville e Castelli di epoca rinascimentale.

 

Come viene ricordato nel Patto di Amicizia, i Comuni di Castelfiorentino e Cefalù “svolgono per la loro dimensione e per le loro caratteristiche geo-politiche una funzione baricentrica all’interno dei rispettivi territori” e che tale “sintonia trova conferma anche nel patrimonio artistico, culturale” dei rispettivi territori, attestata dal recente conferimento del titolo di “Città” per quanto riguarda Castelfiorentino e dall’inclusione tra “I borghi più belli d’Italia” per quanto riguarda Cefalù.  Da sottolineare, inoltre, la presenza in entrambi i Comuni di una scuola superiore alberghiera, le iniziative e gli eventi “che in qualche modo creano un legame naturale tra le due comunità” (dalle celebrazioni natalizie alla presenza di due significativi poli museali come il Be.Go. e quello Mandralisca) e infine la comune attitudine a coltivare le ragioni del confronto e del dialogo, che possono offrire un solido motivo “per attribuire a entrambi il titolo di Città di Pace”.

 

“Nell’ultimo anno – osserva l’Assessore Francesca Giannì – abbiamo ospitato anche una delegazione del borgo siciliano di San Mauro Castelverde, comune che, insieme a Cefalù e ad altri 15 comuni, fa parte dell’ente parco delle Madonie, un vero e proprio distretto culturale e naturalistico legato ad attività di conservazione ambientale, sport all’aria aperta e valorizzazione delle reti museali. Il sodalizio con Cefalù – prosegue Giannì – si propone di creare non solo nuove occasioni di scambio culturale e formativo, grazie alla presenza in entrambi i Comuni di una scuola alberghiera, ma anche opportunità di conoscenza delle rispettive produzioni enogastronomiche e di sviluppo turistico. Stiamo lavorando alla costituzione di un Comitato – conclude Giannì – e rivolgiamo pertanto un appello a tutti i cittadini interessati a farsi avanti”.

 

Chi fosse interessato a far parte del Comitato può scrivere a:

f.gianni@comune.castelfiorentino.fi.it.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli