Cultura
La storia

Il sogno sulle due punte di Teresa Ferrara

Adesso ammessa alla Scala di Milano

Il sogno sulle due punte di Teresa Ferrara
Cultura Chianti fiorentino, 02 Ottobre 2021 ore 09:00

I primi passi li muove a 8 anni. Divertendosi e giocando, Teresa Ferrara acquisisce gradualmente consapevolezza delle proprie capacità, si appassiona, cresce e anno dopo anno fa correre talento e sogni sullo stesso binario, volteggiando tra gli specchi e le sale della scuola grevigiana Double Step di Greve in Chianti.

Un percorso che si nutre di due punti di riferimento: l'amore, immancabile, della famiglia italo-tedesca che la supporta e l’aiuta a gettare le basi e costruire speranze e progetti per il futuro, e il sostegno dell’insegnante insegnante, Marina Madii, che la affianca con competenza e sensibilità dall’inizio di questa avventura. L’idea di una danza che forgia i desideri di una bambina per tradurli in un reale percorso professionale cresce in Teresa.

E dopo anni di lavoro duro, sacrifici e allenamenti costanti, la grevigiana che oggi è una dolce adolescente di 14 anni raggiunge uno degli obiettivi più ambiti dalle giovanissime che aspirano a conseguire alti livelli di formazione nella danza. Superando le complessità dell’ultimo anno, causate dalle barriere fisiche e culturali alzate dal Covid, uno dei periodi più drammatici per il settore delle arti e dello spettacolo, l'impegno e la capacità di resilienza offrono a Teresa un trampolino di lancio. Dalle difficoltà possono fiorire delle risorse. E’ Teresa a dimostrarlo, lei che realizza il sogno di tutte le danzatrici della sua età, il sogno di continuare ad esprimersi e volare sulle punte.

Teresa ha partecipato a numerose audizioni in diversi luoghi di prestigio. Il suo talento le ha permesso di essere accolta all'Accademia nazionale di Roma e alla scuola del Teatro San Carlo a Napoli. Il sogno era anche quello di poter essere ammessa alla scuola di Danza dell'Accademia alla Scala di Milano. Ed è questo ciò che si è realizzato per lei, una bambina che coltiva il sogno della danza e diventa una piccola grande stella che potrà volare dove vorrà.

«Siamo felici del successo di Teresa – ha dichiarato l’assessore allo Sport, Paolo Stecchi, nel complimentarsi con la giovane, la famiglia e la società sportiva – Da una passione profonda, supportata e condivisa con la famiglia e gli esperti del settore, è nata una bellissima realtà che dà speranza, mostra il patrimonio umano che si è costruito intorno a questa storia, un percorso che diventa esemplare e lancia un messaggio positivo a tutte ragazze e i ragazzi che intraprendono un’attività sportiva, credere nei propri sogni aiuta a realizzarli!».