Certaldo

"Bestie - Animali e mostri della Commedia", a Palazzo Pretorio mostra e teatro omaggiano il Sommo Poeta

Il 27 luglio 2021 taglio del nastro per la mostra dei disegni originali di Carlo Romiti e a seguire riflettori accesi sullo spettacolo a cura di Associazione Polis-Oranona Teatro.

"Bestie - Animali e mostri della Commedia", a Palazzo Pretorio mostra e teatro omaggiano il Sommo Poeta
Cultura Val d'Elsa, 21 Luglio 2021 ore 13:53

Un doppio evento da non perdere nel segno di Dante Alighieri, dell'arte e del teatro. Martedì 27 luglio 2021, il giardino di Palazzo Pretorio in Certaldo alto sarà palcoscenico per un progetto a cura di Comune di Certaldo e Associazione Polis-Oranona Teatro, con il contributo di Regione Toscana: il titolo è "Bestie - Animali e mostri della Commedia" e fa parte delle celebrazioni dantesche “Dante o Tosco – Celebrazioni 700°” organizzate dalla Regione Toscana nel settecentenario della morte del Sommo Poeta.

Alle 21 si terrà l'inaugurazione della mostra, mezz'ora dopo è previsto invece l'inizio dello spettacolo teatrale da un'idea di Carlo Romiti e Martina Dani, con Martina Dani e Marco Lazzerini, al violoncello Martina Bellesi, all'arpa Ilaria Landi. Le musiche sono di Damiano Santini, con proiezioni di Simone Falli, disegno luci di Lorenzo Marini, scena e regia di Carlo Romiti, introduzione e interventi scientifici di e con Maurizio Fiorilla. Il tutto per una produzione a cura di Associazione Polis-Oranona Teatro.

Lo spettacolo "Bestie", la cui durata è prevista in circa un'ora, nasce nel 2019 all'interno e su richiesta del Dipartimento di filologia e critica delle letterature antiche e moderne dell'Università degli Studi di Siena: è andato in scena in prima nazionale il 26 settembre 2019 al Teatro dei Rinnovati. Si tratta di uno spettacolo multimediale a tema dantesco con letture e proiezioni di pitture zoomorfe: gli animali e i mostri che lo stesso Dante incontra nel suo viaggio prendono vita dalle narrazioni degli attori e dai dipinti di Carlo Romiti animati sullo schermo. Voci e musica dal vivo. I canti della Divina Commedia si accompagnano a passi e richiami mitologici: Scilla e Minosse, il concepimento del Minotauro, la battaglia dei Lapiti contro i Centauri, le immonde arpie descritte da Virgilio, le imprese di Ercole e la cattura di Cerbero che “caninamente latra” con parole di Lucrezio. Il risultato è un viaggio oltremondano nel quale il pubblico sarà guidato dal professor Maurizio Fiorilla dell'Università di Roma Tre: docente di filologia e critica dantesca, già divulgatore sul palcoscenico, introdurrà i presenti, con brevi pillole esplicative, al mondo bestiale della Divina Commedia.

Gli stessi dipinti proiettati nel corso dello spettacolo sono i protagonisti della mostra allestita nelle Prigioni delle donne, in Palazzo Pretorio: i visitatori potranno osservare i disegni originali di Carlo Romiti. Il percorso propone quindici opere che rappresentano alcune delle bestie e dei mostri presenti nell'Inferno della Divina Commedia. Ed ecco che sarà possibile 'incontrare' la lonza, il leone, la lupa, Cerbero, Gerione, il Minotauro, i centauri, le arpie e altri soggetti ancora. Questo grazie all'arte di Carlo Romiti, che associa la sua formazione classica e l'amore per la letteratura medioevale alla sua passione per gli animali, in un percorso pittorico dedicato alla Divina Commedia, andando alla scoperta del mondo bestiale e mostruoso dell'Inferno di Dante.

L'ingresso alla mostra è libero, quello allo spettacolo è libero con prenotazione consigliata alla mail info@laboratoripolis.it o chiamando il numero 0571663580.