Le strade del territorio

Viabilità e infrastrutture: Confesercenti sottoscrive le richieste al Ministro

Nelle ultime settimane è tornato nuovamente alla ribalta il tema della viabilità, uno dei problemi strutturali della nostra Regione

Viabilità e infrastrutture: Confesercenti sottoscrive le richieste al Ministro
Cronaca Val d'Elsa, 28 Giugno 2021 ore 16:41

Nelle ultime settimane è tornato nuovamente alla ribalta il tema della viabilità, uno dei problemi strutturali della nostra Regione ed in particolare del nostro territorio.

Il perdurare del cantiere ed i continui incidenti sulla FI-PI-LI hanno acceso i riflettori sulla situazione complessiva del sistema di comunicazione regionale, soprattutto in relazione alle grandi arterie. E’ evidente una carenza di infrastrutture in grado di rispondere in maniera efficace alle esigenze di diversi settori. Se da un lato è necessario assicurare un collegamento tra il porto di Livorno e il capoluogo (passando per i principali distretti produttivi e manifatturieri della regione); dall’altro è fondamentale garantire al traffico pendolare e turistico il giusto respiro.

Purtroppo uno degli effetti immediati delle difficoltà nelle arterie principali è l’aumento insostenibile di mezzi sulla viabilità secondaria. Vecchie strade, che spesso attraversano i centri storici, si trovano ad assolvere la funzione di tangenziali quando dovrebbero essere destinate ad una mobilità turistica ed interna verso i nostri centri commerciali naturali.

 

Dopo lo stop imposto dalla pandemia finalmente possiamo tornare a spostarci nei nostri bellissimi territori - afferma Ilaria Scarselli, presidente Confesercenti Empolese- Valdelsa – Abbiamo bisogno che i nostri centri siano collegati in maniera rapida, limitando al minimo il traffico di attraversamento. Questo ovviamente dipende dalla dotazione e dall’efficienza delle grandi arterie.”

 

Nei giorni scorsi alcuni sindaci hanno inviato una lettera aperta al ministro Giovannini e al presidente Giani per richiedere la terza corsia in FI-PI-LI e la realizzazione della bretella Signa-Prato.

 

Una richiesta condivisibile che sottoscriviamo volentieri – conclude Scarselli  - a cui vogliamo aggiungere una sollecitazione anche per le infrastrutture interne. Il completamento della 429 bis, la SR 439 tra Fucecchio ed Altopascio, il ponte tra Capraia e Limite e Montelupo per citarne alcune. Le risorse che l’Europa attraverso i vari piani di rilancio ci mette a disposizione sono un’occasione unica. Dobbiamo sfruttarla al meglio”.