I furbetti del decreto

Tutti i controlli di questi giorni di festa: c’è chi è andato a comprare il vino, a trovare la ragazza o a fare un tuffo alle terme

E' un lavoro incessante quello delle Fiamme gialle e dei Carabinieri

Tutti i controlli di questi giorni di festa: c’è chi è andato a comprare il vino, a trovare la ragazza o a fare un tuffo alle terme
Siena, 14 Aprile 2020 ore 10:30

Continuano i controlli delle forze dell’ordine. In questi giorni di festa c’è chi è uscito per comprare il vino, chi ha pensato ad un tuffo alle terme o è andato a trovare la ragazza.

 

A pizzicare un anziano in Valdelsa senza l’autocertificazione sono state le Fiamme gialle. L’uomo era andato in una cantina, fuori dal proprio comune di residenza, a comprare il vino.

Alla domanda formulata dai militari quale fosse la necessità dell’uscita di casa, il pensionato ha asserito tranquillamente che era andato ad acquistare del vino in una cantina nel comune limitrofo a quello di residenza.

Dopo aver informato la persona che lo spostamento fuori da comune di residenza è ammesso esclusivamente per “situazioni di necessità”, “motivi di salute” e “comprovate esigenze lavorative, si è proceduto a contestare la violazione del D.L. 25 marzo 2020 n.19 che prevede l’irrogazione di una sanzione amministrativa da 533 a 4.000 euro, in quanto la violazione è avvenuta mediante l’utilizzo del veicolo e quindi aumentata di un terzo.

Anche l’Arma dei carabinieri non è stata da meno. Nella giornata di Pasquetta sono proseguiti i controlli dei carabinieri in Provincia di Siena allo scopo di contrastare possibili inosservanze dei decreti che impongono il distanziamento sociale e l’obbligo di non uscire di casa se non per motivi di salute, lavoro o di assoluta necessità.

Le persone fermate per strada sono state complessivamente 274, e 27 di loro non hanno saputo fornire motivazioni ragionevoli sul fatto di trovarsi fuori dalle loro abitazioni. Sono state pertanto applicate nei loro confronti le previste pesanti sanzioni amministrative pecuniarie per le quali avranno uno sconto del 30% qualora pagassero entro 30 giorni dalla contestazione. Nessun esercizio commerciale è stato trovato aperto.

Tre ragazzi di Rapolano Terme di età compresa fra i 22 e i 23 anni, ieri non hanno resistito alla tentazione di andare a fare un bagno nelle acque termali, sono stati colti mentre erano immersi in alcune vasche esterne, non facenti parte dei noti stabilimenti di balneazione di quella località. Si erano nascosti abbastanza bene alla vista e osservavano in assoluto silenzio. I carabinieri avevano però previsto a priori che quei siti, come altri in Provincia, potessero costituire tentazione per qualcuno, e così è stato. Uno di loro è stato anche trovato in possesso di cinque grammi di marijuana, per cui a completamento della giornata festiva verrà anche segnalato alla Prefettura di Siena come assuntore di stupefacenti, per l’applicazione di ulteriori sanzioni sulla patente di guida, sul passaporto o altro.

In Valdichiana invece la scomparsa di un giovane, denunciata dalla madre, ha scatenato le ricerche dei carabinieri che hanno attivato anche la localizzazione del cellulare del ragazzo e serrate e impegnative indagini condotte sino a notte inoltrata. Purtroppo lo scomparso, allontanatosi con la propria autovettura, risultava essere totalmente irreperibile. Solo stamattina ha fatto rientro a casa e ha candidamente confessato di essere andato a trovare la propria ragazza. Gli verrà pertanto applicata la sanzione da 800 euro, prevista per chi si allontani da casa in auto senza giustificato motivo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità