La vicenda

Siena, aggredisce e minaccia di morte la ex moglie: 47enne arrestato dalla Polizia

Siena, aggredisce e minaccia di morte la ex moglie: 47enne arrestato dalla Polizia
Siena, 06 Ottobre 2020 ore 13:52

Ha aggredito e minacciato di morte la ex moglie pedinandola anche sul posto di lavoro. Per questo, un 47enne giordano è stato arrestato per atti persecutori dalla Polizia di Stato.

L’uomo si era reso irreperibile dalla fine agosto, quando i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Siena si erano presentati sotto casa, nel centro cittadino, per portarlo in carcere. Nei suoi confronti era stata emessa dal GIP del Tribunale di Siena un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, a seguito delle indagini svolte dalla polizia e coordinate dal sostituto procuratore Nicola Marini, che ne avevano accertato la pericolosità per condotte gravemente persecutorie nei confronti della ex, di sei anni più giovane di lui ed originaria dell’Arabia Saudita ma residente ormai da molti anni a Siena.

Nonostante i vari tentativi di ricerca, H.A.H.Q. non era stato trovato, fino a quando è stato fermato dalla Polizia di Frontiera dell’aeroporto di Orio al Serio, a Bergamo, in procinto di imbarcarsi sul volo che lo avrebbe riportato in Giordania.

Nei confronti del 47enne, con precedenti penali specifici e condanne per reati contro la persona, grazie alla capillare attività di indagine svolta dai poliziotti della Squadra Mobile, soprattutto con l’ascolto di diverse testimonianze, erano emersi numerosi episodi di condotte persecutorie, perpetrate a Siena sin dall’estate del 2018 verso la ex moglie, ritenuta anche colpevole di avere intrapreso una relazione sentimentale con un altro uomo.

Gli atteggiamenti violenti, avvenuti anche in presenza dei figli della coppia, entrambi maggiorenni, erano consistiti in aggressioni sia fisiche – con spintoni e strattonamenti anche in luoghi aperti al pubblico – che verbali – con minacce di morte e insulti – nonché in pedinamenti sulla via di ritorno a casa e nel luogo di lavoro.

In una circostanza l’uomo, dopo essersi impossessato furtivamente delle chiavi di casa della donna, si era perfino introdotto nell’appartamento di lei, distruggendo tutte le suppellettili e iniziando, per questo motivo, una colluttazione col figlio.

In uno degli episodi più significativi, dopo aver raggiunto la vittima all’interno di un esercizio commerciale del centro, noncurante delle persone presenti, l’aveva afferrata per la maglietta e le aveva urlato che l’avrebbe presto ammazzata, sputandole sul volto.

Gli investigatori della Squadra Mobile di Siena, pertanto, appresa la notizia della presenza dell’uomo all’aeroporto di Orio al Serio, unitamente ai colleghi della Polizia di Frontiera, hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei cuoi confronti, associandolo presso la casa circondariale di Bergamo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità