Cronaca
Guardia di Finanza

Si "dimentica" di pagare le tasse, scattato il sequestro di 370mila euro

Si tratta di una società operante nel settore della fabbricazione di mobili per arredo domestico.

Si "dimentica" di pagare le tasse, scattato il sequestro di 370mila euro
Cronaca Siena, 17 Maggio 2021 ore 10:36

I Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico–Finanziaria di Siena hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo ai fini della confisca – emesso dal Tribunale di Siena nei confronti di una società operante nel settore della fabbricazione di mobili per arredo domestico - che ha consentito di cautelare disponibilità liquide e quote societarie per un importo complessivo di oltre 370 mila euro.
L’odierna operazione scaturisce da una complessa attività d’indagine, su delega della locale A.G, all’esito della quale sono emerse irregolarità consistenti nell’omesso versamento di ritenute dovute, per gli anni d’imposta 2017 e 2018, per un importo complessivo di 370.279 euro.

Sul punto, il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Siena, riconoscendo un quadro indiziario particolarmente grave, ha disposto il sequestro diretto del profitto di reato (corrispondente alle somme sottratte all’Erario), in via diretta sulle disponibilità liquide della società e, in caso di incapienza, sui beni nella disponibilità del rappresentante legale della società stessa sino a concorrenza dell’importo dovuto.

Gli approfonditi accertamenti patrimoniali e finanziari esperti hanno consentito di rinvenire, sui conti correnti della società e dell'indagato, disponibilità liquide pari ad 164.208 Euro ed il possesso di quote societarie per un valore nominale di 206.071 Euro. L'ammontare complessivo è stato quindi sottoposto a sequestro preventivo mediante l'invio al Fondo Unico Giustizia, da parte degli Intermediari finanziari, delle somme di denaro giacenti sui conti correnti e conseguente trascrizione del provvedimento cautelare da parte della Camera di Commercio - Registro imprese di Siena.

L’odierno sequestro conferma la straordinaria importanza rivestita, nel nostro ordinamento, dalla possibilità di colpire i patrimoni delle società in relazione a fatti tributari penalmente rilevanti. In coerenza alle linee di indirizzo per il corrente anno, le Fiamme Gialle senesi continueranno a porre al centro della propria missione istituzionale la tutela dell’economia legale a favore dei cittadini onesti e delle imprese che operano correttamente, nella consapevolezza che senza rispetto delle regole non ci potrà essere ripresa.