Castelfiorentino

Schiamazzi notturni in via Benozzo Gozzoli: residenti esausti

La denuncia: «Soluzione o vie legali»

Schiamazzi notturni in via Benozzo Gozzoli: residenti esausti
Chianti fiorentino, 03 Ottobre 2020 ore 16:32

Notti insonni, nervosismo e la sensazione di essere arrivati ad una resa dei conti. Le serate estive dei residenti di via Benozzo Gozzoli sono state difficili a causa degli schiamazzi notturni e dei giovani a chiacchiera fino a tarda notte. Adesso visto che la situazione non tende a placarsi, il coro, quasi, unanime, dei ventidue condomini nella via del centro: «Basta, troviamo una soluzione».

La denuncia è arrivata dal numeroso gruppo di residenti in un condominio della via, proprio sopra un panificio che, giustamente, svolge la propria attività commerciale. Il problema è che nel negozio si riversano molti giovani, i quali dopo aver acquistato pizze, bibite e panini, sostano di fronte al locale e sui marciapiedi della strada provocando rumori notturni fastidiosi per gli abitanti che, nelle case di sopra, vorrebbero riposare. Le una, le due, le tre della mattina. Troppo per chi il giorno dopo dovrebbe andare a lavorare e vuole riposarsi o ha bambini piccoli che si svegliano nel cuore della notte.

«Non ce la facciamo più – hanno detto i residenti di via Benozzo Gozzoli – Siamo arrivati all’estremo e se non troviamo una soluzione dovremmo intraprendere serie azioni legali. Dall’inizio dell’estate è stato un inferno. Purtroppo molti ragazzi si fermano qua sotto e parlando magari non si rendono conto di che rumore possono provocare. A maggior ragione d’estate quando le finestre sono aperte. Ma spesso accadono episodi anche più gravi, di chi gioca a palla alle due di notte. Ci pare eccessivo e irrispettoso. Oltretutto la mattina i commercianti della via devono ripulire tutto lo sporco che viene lasciato, dalle lattine alle cartacce».

Eppure a pochi passi ci sarebbero zone riparate dove poter stare in tranquillità e parchi spaziosi dove giocare. Spesso, come hanno raccontato i condomini, hanno dovuto chiamare i Carabinieri che però non hanno risolto la situazione in modo definitivo. Così, ogni tentativo di trovare una soluzione appare impossibile da realizzare.

«Ho ben presente la situazione – ha dichiarato il sindaco Alessio Falorni – Il panificio svolge legittimamente la propria attività e non è giusto che riceva sanzioni o venga chiusa nell’ipotesi estrema. Ciò che non è legittimo è sostare fino a tarda sera anche dopo aver acquistato la merce da parte dei ragazzi dando fastidio alle famiglie del palazzo vicino. È una cosa che accade soprattutto l’estate e il weekend. Inoltre la Polizia Municipale difficilmente è in servizio a notte fonda e la pattuglia dei Carabinieri non può presidiare sempre la strada. Capisco le rimostranze dei cittadini e spero che capiscano anche le mie difficoltà. Comunque prometto di organizzare un incontro tra i condomini, l’Amministrazione e il panificio per trovare una soluzione e un compromesso che accontenti tutti. Già in passato i proprietari dell’attività si erano proposti per attivare un servizio di sicurezza. Vediamo se sarà una strada percorribile».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità