Ruba borse e scarpe: deferito dai carabinieri

Deferito in stato di libertà un 37enne foggiano.

Ruba borse e scarpe: deferito dai carabinieri
Siena, 10 Aprile 2019 ore 10:04

Ruba borse e scarpe. i carabinieri di Bettolle hanno ieri deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siena per furto aggravato un 37enne foggiano, residente in Puglia, commerciante con precedenti denunce a carico.

Ruba borse e scarpe: deferito in stato di libertà

Nello specifico, a conclusione di mirate attività d’indagine, l’uomo veniva identificato quale autore del furto di borse e scarpe griffate per un valore di 6.000 euro, commesso in data 17 ottobre 2018 ai danni di un famoso negozio di pelletterie ubicato nella Frazione Bettolle di Sinalunga. L’immediata visione delle immagini dell’impianto di videosorveglianza pubblica di quel Comune aveva consentito ai carabinieri di individuare la targa di un’auto che, pochi istanti dopo il colpo, si era allontanata col cofano posteriore aperto per impedire che i passanti potessero leggere la targa stessa.

Le dinamiche dei fatti

Una donna era però riuscita a osservare modello e colore del mezzo che si allontanava e lo aveva segnalato ai militari che, da subito, avendo preso a ricercare possibili testimoni dell’evento delittuoso, potevano sulla base delle dichiarazioni della donna, orientare in modo adeguato le ricerche. Dal basso sarebbe stato molto difficile leggere quella targa, ma le telecamere del comune, poste in posizione elevata, erano riuscite a immortalare tale fondamentale dettaglio. I militari potevano così anche accertare che quell’auto era stata venduta poco tempo dopo il furto e che la corporatura del proprietario dell’auto all’epoca dell’incursione nel piccolo centro della Valdichiana era perfettamente compatibile con quella di uno degli autori del furto.

Le indagini dei carabinieri

Quell’auto era anche stata fermata dai carabinieri di Bari in epoca successiva all’evento delittuoso ed era emerso che il mezzo era nella disponibilità e in uso alla persona denunciata. Accertamenti di carattere tecnologico sulle telefonate dell’uomo consentivano di completare il quadro probatorio a suo carico, arricchito da una serie di riscontri, rendendo possibile l’individuazione dell’autore del reato.

LEGGI ANCHE: RUBA ENERGIA ELETTRICA: COLTO IN FLAGRANZA DI REATO

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità