SAN CASCIANO IN VAL DI PESA

Rigacci ‘48 di Cerbaia tra i re del panettone

Il sancascianese è nuovamente in finale in un contest nazionale.

Rigacci ‘48 di Cerbaia tra i re del panettone
Chianti senese, 29 Ottobre 2020 ore 19:22

C’è un pizzico di San Casciano nella classifica dei migliori panettoni artigianali prodotti in Italia. Dopo il podio conquistato l’anno scorso nelle competizioni di Napoli (terzo posto) e Milano (secondo posto), Rigacci ’48, storico laboratorio di pasticceria di Cerbaia, è nuovamente in finale in un contest nazionale: stavolta a Bari, dove il 9 novembre sarà assegnato il titolo di “Mastro Panettone”, tra i più importanti concorsi che premiano i migliori lieviti naturali natalizi prodotti in Italia.
La competizione, organizzata da Goloasi.it, ha visto i 200 partecipanti suddivisi in tre categorie: miglior pandoro, miglior panettone artigianale tradizionale e miglior panettone artigianale creativo al cioccolato. Ed è proprio in questa categoria che la Rigacci ’48, forte di una specializzazione nel campo dei lievitati naturali che risale ai primi anni ’70, si giocherà il primo posto dopo che il “cioccorum” ha superato la prima scrematura della commissione tecnica composta da rinomati professionisti del settore. Valutazioni fatte sulla base di alcune caratteristiche: rispetto del disciplinare di legge (forma, processo produttivo ed elenco ingredienti con percentuali minime di utilizzo di alcuni, oltre all’uso del lievito madre e di canditi senza anidride solforosa), creatività, peso, aspetto visivo, gusto sofficità e profumo. Stessi criteri che porteranno all’incoronazione dei vincitori, purtroppo senza la presenza del pubblico che ha caratterizzato le precedenti edizioni.

“Siamo orgogliosi – commenta Roberto Rigacci – di essere l’unico laboratorio della provincia di Firenze in finale e uno dei tre a livello toscano. E orgogliosi soprattutto di poter offrire ai nostri clienti panettoni e pandori realizzati artigianalmente, compresa la frutta candita, e nel rispetto della tradizione. Una tradizione, quella della pasticceria, che nel nostro laboratorio si perpetua da tre generazioni”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità