Certaldo

Ricordo di Beata Giulia: l’affetto della comunità

Tutte le foto fino a domani, mercoledì 16, in edicola

Ricordo di Beata Giulia: l’affetto della comunità
Chianti fiorentino, 15 Settembre 2020 ore 18:57

La settimana in omaggio a Beata Giulia ha confermato ancora una volta il legame fra la comunità e la santa che si lega al paese. Centinaia di persone fra la processione e i momenti di preghiera hanno partecipato nella settimana che volge al termine ai momenti organizzati dalla propositura locale. Presenti i rioni di Certaldo, le associazioni di volontariato, come Misericordia, Croce Rossa e Prociv Arci, i figuranti dell’associazione Elitropia, i cavalieri del Tau e di Beata Giulia, oltre che la polizia municipale dell’Empolese Valdelsa che ha gestito l’arrivo della folla in piazza Boccaccio. Presenti inoltre per l’amministrazione comunale di Certaldo, il sindaco Giacomo Cucini, l’assessore ai gemellaggi, Clara Conforti, il comandante della stazione locale dei carabinieri, Leonardo Michelonie il comandante della polizia municipale dell’Empolese Valdelsa, Massimo Luschi. «E’ una gioia per me e per tutti noi essere qui, sono stati e saranno mesi difficili. Ringrazio le autorità, le istituzioni e le associazioni. Il popolo di Certaldo ha bisogno di essere accompagnato dalla preghiera di Beata Giulia e siamo ben contenti di poterlo vivere sotto la sua guida» ha detto il proposto don Rolando Spinelli. La messa è stata presieduta da monsignor Andrea Migliavacca di San Miniato, invitato dalla propositura locale.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità