Cronaca

Presunti pestaggi a Sollicciano, via al processo per due agenti di sorveglianza

E' iniziato in Tribunale a Firenze il processo che vede imputati due agenti di polizia penitenziaria per presunti pestaggi, nel 2014, nei confronti di un 44enne marocchino.

Presunti pestaggi a Sollicciano, via al processo per due agenti di sorveglianza
Cronaca 19 Ottobre 2019 ore 16:15

E’ iniziato in Tribunale a Firenze il processo che riguarda, complessivamente, tre agenti: due di essi sono accusati di presunti pestaggi nel carcere di Sollicciano ad un 44enne marocchino. I fatti risalgono al 29 dicembre 2014.

Pestaggi a Sollicciano? Via al processo a Firenze

Una vicenda che sta facendo molto discutere, sia a Firenze che a Prato, e che risale al 29 dicembre 2014: protagonista, in questo caso come vittima, un 44enne marocchino che ha denunciato tutto quanto accadeva all’interno del carcere di Sollicciano, a Firenze appunto.

E proprio nei giorni scorsi ha preso il via il processo che vede imputati due agenti di polizia penitenziaria con le accuse di abuso d’autorità e lesioni nei confronti dell’uomo marocchino famoso, oramai, per aver registrato di nascosto conversazioni di agenti dentro i carceri di Parma, Firenze e Prato che documenterebbero minacce e pestaggi nei suoi confronti.

In questa vicenda è coinvolto anche un terzo agente che pare non aver partecipato fattivamente all’episodio ma comunque a conoscenza e quindi accusato di abuso d’autorità.

LEGGI ANCHE: Torture nel carcere di San Gimignano

Come detto, però, un’inchiesta analoga  è stata aperta anche a Prato: in questo momento l’uomo si trova in Marocco dopo che è stato espulso dall’Italia.

LEGGI ANCHE: CASO ANALOGO – Agenti violenti in carcere a Torino: prendevano di mira chi accusato di reati “sessuali”