servizi

Poste Italiane ha installato a Barberino Val d’Elsa il nuovo ATM Postamat

Disponibile sette giorni su sette e in funzione 24 ore su 24.

Poste Italiane ha installato a Barberino Val d’Elsa il nuovo ATM Postamat
Chianti fiorentino, 07 Agosto 2020 ore 14:09

Poste Italiane ha installato a Barberino Val d’Elsa il nuovo ATM Postamat

L’installazione è parte del programma di “impegni” per i Comuni italiani con meno di 5mila abitanti ricordato dall’Amministratore Delegato Matteo Del Fante in occasione dell’evento “Sindaci d’Italia” del 28 ottobre scorso a Roma, ed è coerente con la presenza capillare di Poste Italiane sul territorio e con l’attenzione che da sempre l’Azienda riserva alle comunità locali e alle aree meno densamente popolate. L’effettiva realizzazione di tali impegni è consultabile sul portale web all’indirizzo www.posteitaliane.it/piccoli-comuni . Disponibile sette giorni su sette e in funzione 24 ore su 24, il nuovo ATM Postamat di ultima generazione di Barberino Val d’elsa, dove risiedono circa 4.400 abitanti, consente di effettuare operazioni di prelievo di denaro contante, interrogazioni su saldo e lista dei movimenti, ricariche telefoniche e di carte Postepay, oltre al pagamento delle principali utenze e dei bollettini di conto corrente postale. Lo sportello automatico può essere utilizzato dai correntisti BancoPosta titolari di carta Postamat-Maestro e dai titolari di carte di credito dei maggiori circuiti internazionali, oltre che dai possessori di carte Postepay. È inoltre dotato di monitor digitale ad elevata luminosità e di dispositivi di sicurezza innovativi, tra i quali una soluzione anti-skimming capace di prevenire la clonazione di carte di credito e un sistema di macchiatura delle banconote in caso di attacco criminoso. L’iniziativa è coerente con i principi ESG sull’ ambiente, il sociale e il governo di impresa, rispettati dalle aziende socialmente responsabili, che contribuiscono allo sviluppo sostenibile del Paese.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità