San Casciano

Miraggio fibra ottica: chi l’ha vista?

Connessione lenta e a volte assente. La fine dei lavori ci sarà nel 2023

Miraggio fibra ottica: chi l’ha vista?
Chianti fiorentino, 01 Agosto 2020 ore 09:40

Segnale che va e che viene. La fibra neanche a dirlo. Così i problemi di connessione si fanno sentire, soprattutto per chi ancora è alle prese con lo smartworking. È successo in tutto il Paese e anche a casa nostra. Durante il lockdown il traffico in rete è cresciuto del 50-60% rispetto al normale. Insomma, riflettori puntati sui problemi infrastrutturali e una rete a dir poco obsoleta.

«Lavoro per una nota azienda nel settore farmaceutico – ha raccontato una residente del capoluogo – Da alcuni anni ho deciso di trasferirmi qui perché amo questo piccolo gioiello alle porte di Firenze. La mia è la classica storia di chi scappa dai rumori della città». Ma il problema è un altro. «Con il lockdown e la necessità di lavorare da casa è diventato quasi un incubo. Connessione lenta, anzi lentissima. Manca la fibra e si sente». Così le videochiamate diventano robotiche e lavorare un’agonia. Non sono le uniche segnalazioni. I limiti infrastrutturali sono tutti da ricercare nel ritardo dei lavori, ma anche in un salto tecnologico, nonostante i tempi maturi, che non c’è.

A rimetterci però non ci sono solo i dipendenti o gli studenti alle prese con gli esami, ma anche le piccole e medie imprese. Chi, per esempio, si è dovuto reinventare, affidandosi all’e-commerce. Perché se le fiere, gli incontri e i mercati hanno avuto uno stop così come le distribuzioni tradizionali, molte aziende del territorio hanno continuato a lavorare in rete e non senza difficoltà. Le problematiche a casa nostra sono tutte da ricercare nel ritardo dei lavori per problematiche tra Tim e Open fiber, le due reti infrastrutturali che si occupano per l’accesso a internet. Secondo gli ultimi dati Desi della Commissione europea solo il 74 per cento degli italiani usa abitualmente internet e, quanto all’uso delle tecnologie digitali da parte delle imprese, l’Italia occupa la ventitreesima posizione in Europa. Andando a spulciare sul sito bandaultralarga.italia.it il comune di San Casciano fa parte di quei territori dove la banda larga è ancora in fase di progettazione. La data prevista per l’avvio dei lavori è il 2021 e nel 2023 dovrebbero terminare. Insomma, ancora per un po’ bisognerà munirsi di pazienza.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità