L’autista della strage Erasmus sarà processato. Nell’incidente perse la vita anche la grevigiana Lucrezia Borghi

Oltre tre anni di udienze e speranza di avere giustizia. Le famiglie: "Non vogliamo vendetta".

L’autista della strage Erasmus sarà processato. Nell’incidente perse la vita anche la grevigiana Lucrezia Borghi
Chianti fiorentino, 06 Settembre 2020 ore 13:43

L’autista della strage Erasmus sarà processato. A dare la notizia è stata Maria Elena Boschi, capogruppo di Italia Viva.

«Ricordate la terribile vicenda delle sette ragazze italiane morte quattro anni fa in un incidente stradale in Spagna? Dopo una serie di scandalose archiviazioni finalmente è arrivata una prima notizia: i magistrati spagnoli di Amposta processeranno l’autista dell’autobus che fino ad oggi era sempre riuscito a scampare alla giustizia», ha scritto la parlamentare. E questa è davvero quello a cui aspiravano le famglie. A perdere la vita in quel terribile incidente anche la grevigia Lucrezia Borghi. Insieme a lei, nel marzo 2016, anche Valentina Gallo (Firenze) e Elena Maestrini a Gavorrano (Grosseto).

Quattro mesi fa la notizia della riapertura del caso

Oltre tre anni di udienze e speranza di avere giustizia. Sono passati lunghi mesi dal tragico incidente a Tarragona, in Catalogna dove persero la vita sette studentesse italiane, tra cui la grevigiana Lucrezia Borghi di 22 anni. Adesso per le famiglie c’è uno spiraglio.

La chiara posizione delle famiglie

«Non vogliamo nessuna vendetta, ma che si accertino tutte le responsabilità: da chi ha organizzato il viaggio da Barcellona a Valencia, alla ditta dei pullman, alle condizioni di manutenzione dell’autostrada», hanno detto più volte le famiglie.

«Niente può lenire il dolore delle famiglie e nessuno ci restituirà quelle nostre connazionali strappate alla vita nel modo più atroce – ha scritto sulla propria bacheca Facebook Boschi – Sapere però che finalmente ci sarà un processo è per chi come noi ha seguito la vicenda dal primo giorno finalmente motivo di conforto. Continueremo a seguire la vicenda insieme alle famiglie delle vittime cui in questo momento rinnovo la mia vicinanza e il mio affetto. E grazie a chi da quattro anni combatte perché si stabilisca almeno la verità dei fatti di quella tragica notte».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità