Cronaca
Poggibonsi

La Sr2 necessita di ammodernamenti, ancora una volta la Cassia è teatro di incidenti

Interviene anche il gruppo di osservazione sulle strade regionali, che evidenzia la necessità di sistemi ad hoc per far  diminuire la velocità.

La Sr2 necessita di ammodernamenti, ancora una volta la Cassia è teatro di incidenti
Cronaca 16 Novembre 2021 ore 15:09

I vigili del fuoco del comando poggibonsese, in coordinamento con il 118 e la Polizia municipale, sono abituati ad intervenire in quella che potrebbe essere definita come la strada dei tornanti. Si tratta della Sr2 via Cassia, una delle strade che collega la città a Barberino. Se è vero che esiste il raccordo autostradale per unire le due città, anche se occorre, comunque, uscire a Tavarnelle ed attraversare la Sr2 e il centro abitato, è anche vero che la Cassia è, comunque, una delle infrastrutture più utilizzate, complice il fatto di collegare svariate zone industriali, ma anche essere la più frequentata da lavoratori e residenti.  

Di fatto come testimonia anche il gruppo di osservazione sulle strade statali regionali, guidato da Paolo Moschi, insieme alla 68 è una delle strade con la più alta percentuale di scorrimenti e transiti se analizzata in corrispondenza degli incidenti che vengono segnalati ed attestati. La Sr2 si trova, quindi, ad essere nuovamente teatro di scontri ed incidenti, l’ultimo, quello più grave, della scorsa settimana, con un ferito dopo che l’auto è finita fuori strada. Di fatto è facilmente verificabile, percorrendola, che in molti tratti mancano totalmente i Guard rail, in alcuni casi anche in parti con curve a gomito e poca visibilità stradale. La cassia tra la città e Barberino Val d’Elsa è così ancora una volta il palcoscenico di incidenti, ma oltre a quello con un poggibonsese ferito, in una sola giornata sono stati verbalizzati dalla polizia locale ben tre incidenti. Nonostante le cronache e la testimonianza degli utilizzatori riguardo ad un susseguirsi di incidenti ancora non c’è un piano concreto di sviluppo per il riammodernamento della Sr2. 

La tensione tra i due comuni è ancora alle stelle e non ci sono prospettive per una progettualità condivisa, anche se la progettazione non deve essere in carico alle amministrazioni locali essendo una strada di competenza regionale. L’infrastruttura era stata messa sotto la lente d’ingrandimento dalle Istituzioni anche lo scorso anno quando nella stagione invernale si verificò un incidente nella medesima modalità con un’auto finita fuori strada ed una donna, rimasta bloccata all'interno dell'abitacolo per svariato tempo, poi estratta dal personale dei vigili del fuoco per essere stata affidata ai sanitari del 118.

«Tutte le cassie, ma in particolare questa, sono delle strade dove gli incidenti spesso sono causati dall’andamento stradale non più conforme. Oggi strade come quelle non vengono più costruite. Per quanto riguarda gli scontri, invece, le motivazioni spesso sono riconducibili alle curve a gomito e la poca visibilità. Per la Sr2 negli ultimi tre anni abbiamo verificato un incidente grave all’anno, sempre nel periodo autunnale ed invernale e sempre nelle ore più fredde», questa l’analisi da parte del gruppo di osservazione sulle strade statali regionali. La Cassia tra la città e Barberino Val d’Elsa non trova rimedi, ma la preoccupazione, come il numero degli incidenti sale. I maggiori utilizzatori del collegamento richiedono quanto meno di inserire degli autovelox così da trovare degli strumenti di riduzione della velocità.