Cronaca

La Guardia di finanza ha celebrato il preludio della ricorrenza pasquale

Il comandante: "Un’occasione di vicinanza e coesione verso quanti si trovano in difficoltà".

La Guardia di finanza ha celebrato il preludio della ricorrenza pasquale
Cronaca Siena, 09 Marzo 2021 ore 14:33

Anche quest’anno, in armonia con il recente passato, con l’apprezzatissimo consenso della locale comunità dei Padri Domenicani ed in particolare di Padre Alfredo Scarciglia - Priore e Parroco, è stata celebrata, nella mattinata di lunedì 8 marzo, presso la Cripta della Basilica Cateriniana di San Domenico in Siena, la Santa Messa, preludio della ricorrenza pasquale, officiata dal Cappellano Militare Capo del Comando Regionale Toscana Don Massimo Ammazzini.
La funzione liturgica si è svolta alla presenza di tutti gli Ufficiali e di una rappresentanza degli appartenenti alle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Siena e della locale Sezione dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia.

Il Comandante Provinciale, nel ringraziare Don Massimo Amazzini per gli spunti di riflessione che, anche in questo difficile momento, ha inteso offrire con la sua intensa e profonda Omelia, ha voluto sottolineare come l’evento rappresenti per gli appartenenti alla Guardia di Finanza un’occasione di vicinanza e coesione verso quanti si trovano in difficoltà. Un’opportunità per ripartire, animati da rinnovato spirito, verso traguardi nuovi personali e professionali sempre più lusinghieri, al fianco dei cittadini onesti e rispettosi delle regole. Lo spessore etico del singolo finanziere, infatti deve in ogni circostanza saper coniugare regole di condotta ispirate a canoni di rigore ed efficienza, con comportamenti connotati da umanità e spirito di servizio verso gli altri.