Montespertoli

La discarica di Casa Sartori diventerà una collina verde

Dopo due anni dalla chiusura partono i lavori: accordo tra Alia e Amministrazione

La discarica di Casa Sartori diventerà una collina verde
Val d'Elsa, 03 Giugno 2020 ore 13:03

Arriva un giorno importante per la discarica controllata per rifiuti non pericolosi di Casa Sartori, nel Comune di Montespertoli: Amministrazione Comunale ed Alia Servizi Ambientali SpA annunciano l’avvio dei lavori per la copertura definitiva dell’impianto e il suo ripristino ambientale. La discarica, dove non sono conferiti rifiuti da quasi 2 anni, sarà interessata dall’azione di macchine operatrici e altri autoarticolati necessari alla gestione della terra di copertura, indispensabile per i lavori di chiusura. In questo senso, l’Amministrazione Comunale e Alia Servizi Ambientali SpA comunicano alla cittadinanza che l’afflusso di mezzi presso il sito di Casa Sartori sarà dovuto proprio a questo intervento di capping. Il completamento complessivo del progetto, correlato alla superficie interessata, richiederà circa due anni, con tempi che saranno comunque soggetti alle stagionalità ed al clima durante la loro effettuazione.

Seguirà, quindi, il ripristino ambientale, con inerbimento e messa a dimora di alberi sulla superficie della discarica. Durante il periodo di realizzazione della copertura finale della discarica rimarranno attivi la Stazione Ecologica e l’impianto di compostaggio.

“I lavori di capping trasformeranno l’ex discarica di Casa Sartori in una collina verde, attraverso un lavoro fondamentale di ripristino ambientale. Si chiude così il capitolo dell’ex discarica di Casa Sartori, che ormai era chiusa da due anni e che attendeva questi lavori per la copertura definitiva” dichiara il Sindaco Alessio Mugnaini.

Casa Sartori è stato un impianto importante al servizio della collettività – ha dichiarato Alessia Scappini, AD di Alia Servizi Ambientali SpA – ed oggi inizia una nuova fase, anch’essa a beneficio di tutti, che sancisce la sua definitiva dismissione con all’avvio del ripristino ambientale, che comporterà la sua completa rivegetazione”.

Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità