Cronaca
San Gimignano

Ispettore della Polizia penitenziaria accusato di abuso d’ufficio e intercettazione

Il procedimento penale nei confronti del viceispettore è attualmente pendente in fase di indagini.

Ispettore della Polizia penitenziaria accusato di abuso d’ufficio e intercettazione
Cronaca Val d'Elsa, 15 Aprile 2022 ore 11:52

Nel corso del pomeriggio di ieri, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Firenze congiuntamente a personale del Compartimento della Polizia Postale e Comunicazioni per la Toscana di Firenze, con la collaborazione per gli aspetti di competenza del Nucleo investigativo centrale della polizia penitenziaria - Articolazione Regionale Firenze, hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misura interdittiva della sospensione dall’esercizio di un pubblico ufficio o servizio per la durata di 9 mesi, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Firenze, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un vice ispettore della Polizia Penitenziaria all’epoca dei fatti in servizio presso il carcere di San Gimignano (SI), gravemente indiziato dei reati di abuso d’ufficio e intercettazione, impedimento o interruzione illecita di comunicazioni informatiche o telematiche e altre comunicazioni e conversazioni.

L’odierno indagato, nella primavera del 2021, secondo quanto emerso dalle indagini condotte dagli investigatori, e coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Firenze, avrebbe fraudolentemente intercettato diverse comunicazioni e conversazioni telefoniche, nonché comunicazioni e conversazioni all’interno delle celle di detenuti reclusi nel Carcere di San Gimignano (SI).

Il procedimento penale nei confronti del viceispettore è attualmente pendente in fase di indagini e l’effettiva responsabilità sarà vagliata nel corso del successivo processo e non si escludono ulteriori sviluppi investigativi e probatori, anche a suo favore.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter