Cronaca
Consiglio della Regione

Inquinamento acustico: via libera all’aggiornamento del piano sugli interventi di abbattimento nelle strade regionali

La commissione ha espresso parere favorevole a maggioranza sulla coerenza dell’atto con la programmazione regionale. Astenuti Fratelli d’Italia e Movimento 5 Stelle

Inquinamento acustico: via libera all’aggiornamento del piano sugli interventi di abbattimento nelle strade regionali
Cronaca Siena, 09 Maggio 2022 ore 14:46

La commissione di Controllo, presieduta da Alessandro Capecchi (Fratelli d’Italia), ha espresso parere preventivo sull’aggiornamento della legge regionale che disciplina il piano degli interventi di contenimento e abbattimento del rumore sulla viabilità di interesse, e che stabilisce un nuovo elenco di priorità degli interventi.

Il parere fornito è favorevole a maggioranza, con l’astensione dello stesso presidente e della consigliera di Movimento 5 Stelle Silvia Noferi e il voto positivo dei commissari di maggioranza. La commissione ha il compito di fornire parere sulla coerenza dell’atto con la programmazione regionale, mentre il parere referente spetta alla commissione Territorio e Ambiente. Soddisfazione è stata espressa da Capecchi perché finalmente si è tornati alla possibilità, da parte della commissione di Controllo, di esprimersi in maniera preventiva.

La commissione ha deciso inoltre di accompagnare al parere alcune raccomandazioni alla Giunta regionale. Innanzitutto, quella di verificare e aumentare le misurazioni fonometriche sul livello di inquinamento acustico delle strade di competenza regionale. In secondo luogo, quella di verificare e di incrementare, per quanto possibile, lo stanziamento per gli interventi che servono a superare le criticità acustiche rilevate. “Solo il primo intervento in graduatoria prevede quasi un milione di euro di spesa – ha spiegato Capecchi – e richiede dunque una gran parte dei fondi a disposizione. In questo modo ci vorrà moltissimo tempo prima di portare a termine tutti gli interventi necessari, senza contare poi che la situazione è in continua evoluzione, che le rilevazioni dimostrano che il traffico è in aumento e dunque anche l’impatto acustico sulle strade”.

I chilometri di strada di competenza regionale, dopo che nel 2018 alcune tratte sono passate sotto la competenza di Anas, ammontano attualmente a quasi 1000. “Considerando che i chilometri che, secondo il piano, presentano criticità per l’impatto acustico sono 320 – ha detto Capecchi - risulta che quasi un terzo delle strade regionali ha bisogno di interventi per contenere il rumore”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter