Menu
Cerca
GUARDIA DI FINANZA

In nove dalla provincia fino a Siena per una passeggiata, tutti sanzionati

Nei giorni scorsi le Fiamme gialle hanno anche fermato un giovane sorpreso con del hashish.

In nove dalla provincia fino a Siena per una passeggiata, tutti sanzionati
Cronaca Siena, 23 Febbraio 2021 ore 11:32

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Siena, sulla scorta delle indicazioni ministeriali ricevute, proseguono con il costante controllo economico del territorio, allo scopo di prevenire qualsiasi comportamento che astrattamente possa rivelarsi non conforme alle misure di contenimento del contagio previste dalle normative vigenti, nei confronti tanto delle attività commerciali, quanto delle persone fisiche.

In particolare, le Fiamme Gialle senesi hanno eseguito il pattugliamento del centro cittadino del capoluogo, con particolare attenzione ai luoghi di maggiore aggregazione giovanile, nel corso del quale un minorenne è stato sorpreso con sostanza stupefacente di tipo hashish. Lo stesso è stato segnalato alla locale Prefettura per la violazione dell’art. 75 D.P.R. 309/1990, mentre la sostanza sottoposta a sequestro amministrativo è stata trasmessa alla locale USL per gli accertamenti di rito.

Nel medesimo contesto i Finanzieri sono dapprima intervenuti fermando un ventunenne italiano colto in stato di manifesta ubriachezza; successivamente, hanno provveduto all’identificazione di 9 giovanissimi, tutti minorenni e italiani provenienti da Comuni limitrofi, che non hanno rispettato l’obbligo previsto dalla c.d. zona “arancione” di restare entro i confini del proprio Comune di residenza. Sono pertanto scattate, nei loro confronti, le sanzioni amministrative previste dalla legislazione vigente.

L’opera di prevenzione e repressione attuata dalle Fiamme Gialle senesi, coerentemente alle linee d’indirizzo impartite dall’Autorità di Vertice, conferma ancora una volta il costante presidio attuato dal Corpo sul territorio di competenza, volto a fare in modo che i luoghi di pubblico ritrovo costituiscano spazi di sana frequentazione a tutela dell’ordine e della salute pubblica e, più in generale, della collettività.