Cronaca

Il Consiglio dell’Unione ha approvato il rendiconto di esercizio 2021 con un avanzo gestionale derivato da oculate politiche di spesa e gestione delle risorse

Il Presidente Giacomo Grazi: “Dal 2009 ad oggi l’Unione si è rafforzata grazie all’elevata coesione politico-istituzionale”.

Il Consiglio dell’Unione ha approvato il rendiconto di esercizio 2021 con un avanzo gestionale derivato da oculate politiche di spesa e gestione delle risorse
Cronaca 03 Maggio 2022 ore 10:07

L’elevata coesione politico-istituzionale dell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese, di cui fanno parte dieci Comuni (Cetona, Chianciano Terme, Chiusi, Montepulciano, Pienza, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena e Trequanda) continua a dare benefici. Nell’ultima seduta del Consiglio dell’Unione, che si è svolta lo scorso 29 aprile è stato approvato il “Rendiconto di esercizio 2021” e nel corso della seduta sono stati illustrati, punto per punto, i passaggi che hanno portato ad un importante risultato amministrativo: un avanzo di amministrazione di circa un milione di Euro (907.940,64 - di cui la parte disponibile è di Euro 83.815,33, quest'ultima parte frutto di strategie gestionali ed economie di gestioni oculate degli anni precedenti). Nel corso della seduta sono stati approvati anche due regolamenti, quello relativo alla concessione dei contributi ed altre erogazioni economiche a favore di persone e soggetti pubblici e privati e quello relativo allo svolgimento in modalità telematica delle sedute degli organi collegiali.

L’anno 2021 ha rappresentato un’altra importante tappa dell’Unione dei Comuni Valdichiana Senese verso la realizzazione degli obiettivi individuati sin dalla sua costituzione, il 1° gennaio 2009, con la gestione dei servizi in forma associata, posta in primo piano, alcuni dei quali beneficiano del contributo regionale, la predisposizione della candidatura della Valdichiana a Capitale Italiana della Cultura 2025, il consolidamento delle attività relative alla definizione del Piano Strutturale Intercomunale e la razionalizzazione della spesa relativa al personale.

«Dal 2009 ad oggi si è notevolmente rafforzata l’identità dell’Unione dei Comuni Valdichiana Senese - afferma Giacomo Grazi, Presidente dell’Unione e Sindaco di Torrita di Siena - nella consapevolezza che la gestione del territorio dei dieci comuni va considerato un unicum, non trascurando tuttavia, ma valorizzando, le singole peculiarità e potenzialità dei singoli Comuni; questo ha fatto crescere e sviluppare la visione d’insieme del nostro territorio ed esempi concreti sono la predisposizione del Piano Strutturale Intercomunale e recentemente anche la visione unica delle politiche culturali che ci hanno permesso di lavorare alla predisposizione della candidatura della Valdichiana a Capitale della cultura 2025».

I servizi associati vengono gestiti attraverso apposite convenzioni tra l’Unione ed i Comuni interessati ai diversi servizi. Le entrate correnti dell’Unione, derivanti dai trasferimenti della Regione relativi alla forestazione, dalla gestione della delega della bonifica in convenzione con il Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno oltre a quelli dei Comuni, per le quote di partecipazioni alle spese delle funzioni e servizi gestiti in forma associata, sono state destinate, in primo luogo, per la copertura delle spese relative ai servizi associati. A fronte della diminuzione delle entrate, destinate alla spesa corrente e all’aumento di mercato dei prezzi dei beni e dei servizi, sono state prodotte economie di gestione, razionalizzati i processi. La maggior parte degli investimenti sono stati destinati alla salvaguardia e tutela del territorio, uno dei principali ambiti di attività dell’Unione, come la valorizzazione delle foreste demaniali regionali, la difesa del suolo, la difesa dagli incendi boschivi e la bonifica, oltre alla valorizzazione del patrimonio immobiliare.

(SAC – pm)

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter