I teppisti non vanno in vacanza: devastato il «PalaAntichi»

Ennesimo atto vandalico a Colle: non è stato rubato nulla, solo distruzione.

I teppisti non vanno in vacanza: devastato il «PalaAntichi»
Val d'Elsa, 24 Agosto 2019 ore 09:43

I teppisti e gli idioti non vanno in vacanza. Lo dimostra il raid messo a segno al palazzetto dello sport «PalaAntichi», situato in viale dei Mille a Colle di Val d’Elsa, presso le scuole superiori, sede della polisportiva giovanile salesiana di pallavolo «Pietro Larghi».

Un gruppo di teppisti si è introdotto nottetempo nella palestra provocando diversi danni. Il fatto che non sia stato rubato nulla dimostra chiaramente come l’obiettivo di questi deficienti fosse semplicemente quello di creare disastri.

La «Pietro Larghi», che già un’altra volta è stata bersaglio di atti vandalici, ha emesso un duro comunicato sulla questione: «Per la seconda volta in pochi mesi gli spogliatoi e la segreteria del PalaAntichi sono stati oggetto di atti di vandalismo. Non di furti, perché in realtà non è stato rubato niente, ma di semplice distruzione. Qualcuno ha sfondato la porta d’ingresso, le porte degli spogliatoi e della segreteria, distrutto il sistema wi-fi e le telecamere di sorveglianza, sparpagliando i materiali ovunque. Non possiamo fare a meno di domandarci a che scopo sia stata compiuta questa azione, ma dubitiamo che questi signori lo sappiano realmente. Quello che è certo è che non capiscono che, agendo in questo modo, danneggiano un bene comune, qualcosa che, al di là di chi lo utilizza in questo momento, è della collettività, costruito con il denaro comune. Noi rimetteremo a posto quello che è stato danneggiato e ripartiremo, ma resta il sapore amaro dato dalla mancanza di comprensione». Le forze dell’ordine, immediatamente allertate, stanno conducendo le indagini per individuare gli autori di questo assurdo gesto.

Non è un caso isolato

Non si tratta dell’unica azione vandalica compiuta a Colle quest’estate: nello stessa notte del raid al palazzetto di viale dei Mille, diverse panchine situate all’interno del quartiere de La Badia sono state gravemente danneggiate e rese inservibili.

All’inizio dell’estate era stata invece la via Francigena ad essere presa di mira: in quel caso vennero sottratte diverse panchine ed alcuni cestini dell’immondizia, mentre vennero danneggiati diversi cartelli indicatori e la cassetta della posta adibita a contenitore delle mappe turistiche.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità