SIENA

Fiumi nel mirino, il Consorzio continua il monitoraggio dopo l’ondata di maltempo

Gran parte dei corsi d’acqua hanno smaltito piene importanti.

Fiumi nel mirino, il Consorzio continua il monitoraggio dopo l’ondata di maltempo
Cronaca Siena, 13 Dicembre 2020 ore 10:01

Finalmente splende il sole nel Senese. E’ stata una lunga ondata di maltempo, quella che ha colpito la provincia mobilitando, per più di una settimana, il Consorzio di Bonifica 6 Toscana Sud. Un monitoraggio capillare del territorio, con un costante controllo sui fiumi più importanti: Ombrone, Merse, Orcia e Arbia. Ma anche sui corsi d’acqua del reticolo minore.
Per cinque giorni, nella fase iniziale e più intensa delle precipitazioni, Cb6 è stato impegnati h24 con i suoi uomini, i tecnici, gli operai e gli idrovoristi chiamati a vigilare sulle situazioni più difficili che si sono create. Gran parte dei corsi d’acqua hanno smaltito piene importanti, ma il reticolo ha retto bene e non si sono mai dovute affrontare situazioni di criticità. Quando le condizioni meteo sono iniziate a migliorare per il Consorzio è partita un’altra fase, quella della verifica sugli argini e sulle idrovore: dopo ogni ondata di maltempo è necessario capire se ci sono stati danni.
Con il ritorno a una situazione meteo meno ostile, ripartono ovviamente tutte le manutenzioni ordinarie programmate nei territori sotto la competenza del Consorzio di Bonifica 6 Toscana Sud, già da lunedì. “E proprio l’importanza delle manutenzioni – afferma il presidente Fabio Bellacchi – è ancora una volta emersa in queste lunghe giornate di maltempo. La pulizia dei corsi d’acqua, la vigilanza sugli argini e sulle sponde, la tutela del rischio idraulico che quotidianamente difendiamo con le nostre squadre impegnate nelle due province, purtroppo non può azzerare la possibilità di un evento alluvionale, perché i fenomeni atmosferici sono sempre più estremi e improvvisi, e vanno a colpire un territorio fragile. Ma sicuro possono limitare i rischi, prevenire esondazioni o renderle meno pericolose”.
“I progetti per la tutela del territorio e gli investimenti continuano – aggiunge Bellacchi – ma in questo momento mi preme soprattutto ringraziare tutti gli uomini del Consorzio di Bonifica 6 Toscana Sud e sono stati mobilitati per giorni e hanno vigilato sui nostri corsi d’acqua”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità