La storia

Entrambi malati di Covid, festeggiano i 48 anni di matrimonio in ospedale

Uniti anche nel ricovero. Dal San Jacopo a San Marcello e anche al Ceppo il personale infermieristico riunisce le coppie durante la degenza.

Entrambi malati di Covid, festeggiano i 48 anni di matrimonio in ospedale
Siena, 28 Aprile 2020 ore 16:37

E’ una tenera storia quella che arriva dall’ospedale San Jacopo di Pistoia. Si tratta di due anziani pistoiesi, entrambi affetti da Covid-19: lui ricoverato in setting B e lei a malattie infettive. Infermieri e operatori socio sanitari hanno organizzato il trasferimento “a sorpresa” nella stessa stanza del marito e quando i due coniugi si sono ritrovati, dopo giorni, si sono lungamente abbracciati tra la commozione del personale.Ed eccoli riuniti a mangiare vicini.

Festeggiano insieme il loro 48esimo anniversario di matrimonio

Altrettanta struggente è quella di altri due coniugi che hanno celebrato il loro 48esimo anniversario in ospedale.

“Inspiegabile – ha raccontato Mariella Margelli infermiera coordinatrice dell’isolamento 1 week sempre del San Jacopo – la commozione del personale nel momento in cui il marito è potuto entrare in stanza e continuare il suo percorso di cure vicino alla moglie. Sono stati giorni duri per entrambi ma insieme evidentemente si sono fatti forza e la domenica prima della dimissione per il trasferimento in altra struttura, i coniugi sono stati festeggiati dagli operatori per il loro 48esimo anniversario di matrimonio con una festa”.

Coppie riunite anche al “Ceppo”, dove la coordinatrice infermieristica è Moira Arcangeli; nel nuovo reparto di cure intermedie le camerette, a due letti, assecondano la possibilità di far stare insieme marito e moglie.

La dottoressa Lucilla Di Renzo, direttore sanitario del presidio ospedaliero San Jacopo e di San Marcello, ha dichiarato: “Ringrazio tutto il personale infermieristico per essersi adoperato affinchè, nel combattere questa malattia, che ci ha abituati al mantenimento delle distanze ed all’isolamento, anche entro le stesse mura, si potesse garantire, laddove possibile, la massima vicinanza, per superare insieme il difficile momento”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità