Cronaca

Dodicenne poggibonsese scompare, ritrovato a Firenze

Dodicenne poggibonsese scompare, ritrovato a Firenze
Cronaca Val d'Elsa, 09 Febbraio 2022 ore 11:35

Metà giornata, dodici lunghe ore senza il proprio figlio. Un bambino di soli dodici anni completamente scomparso dalla circolazione, nessuna notizia su di lui, nessuna traccia sui radar, neanche uno squillo al telefono. Tutto è iniziato giovedì pomeriggio. Sembrava un’ordinaria serata poggibonsese. Il giovane esce di casa poco prima di cena per recarsi a piedi a casa della zia poco distante da casa sua, per poter cenare in compagnia. Arriva a casa della zia, una tranquilla cena, un saluto e via di nuovo a casa. Però a casa quella sera quel piccolo di 12 anni non è tornato. Cosa sia accaduto in quei dieci minuti di passeggiata da casa della zia a casa dei genitori non è ancora certo. È stata, però, avviata un’indagine da parte dei carabinieri della stazione cittadina. Da quanto riportato da parte dell’Arma sono ancora in corso tutti gli accertamenti per poter capire le dinamiche della sparizione. Alle ore 21.00 iniziano le prime chiamate da parte dei familiari non vedendo rientrare il figlio. La zia conferma, era a cena da lei ed è andato via da poco. In seguito i primi allarmi e le prime angosce. La telefonata ai carabinieri ed inizia ad essere eseguito il protocollo per le ricerche del minorenne. I pensieri, i dubbi e le preoccupazioni sono molti. Un rapimento, un incidente o qualcosa di peggio. Ricerche coordinate da parte di carabinieri, polizia e vigili urbani. Uno dispiegamento di forze dell’ordine che non si vedeva dai tempi della scomparsa della casolese negli ultimi giorni dell’ottobre passato. Alcune squadre in pattugliamento su tutto il territorio non solo poggibonsese, ma anche della Valdelsa e l’informativa inviata in tutta la Provincia. Ore ed ore di ricerche senza niente di fatto. Sembra scomparso nel nulla, non si ha alcuna traccia. Nonostante le ricerche si siano attivate nel giro di neanche mezz’ora. Un’altra delle azioni immediate intraprese dalle forze dell’ordine è stata la visione di tutte le telecamere della città, in particolar modo quelle del centro cittadino. Ore ed ore di visione per cercare un indizio, uno spunto per riuscire a capire cosa sia successo o capitato al dodicenne. Dopo ore ed ore di ricerche la prima prova, non certa, quella di un giovane che si aggira per la città nelle ore più buie. Potrebbe essere lui, l’immagine corrisponde alla descrizione. Per tutta una notte l’intera famiglia in apprensione, con un gruppo in gola, che portava a pensare al peggio. Non si capiscono le ragioni di questa sparizione. Nessun litigio, nessuna situazione particolare. Scomparso nel nulla. La notte solitamente porta consiglio, ma questa volta neanche una buona notizia. L’indomani poi la novità che ha fatto allargare il cuore al padre ed alla madre. Dopo ben dodici ore, una notte passata tra la città e Firenze in qualche freddo vagone il minorenne è stato ritrovato in Santa Maria Novella. Individuato dagli agenti della Polfer di Firenze, subito riconosciuto e fermato. Sotto shock, infreddolito, ma senza lesioni né segni di colluttazione. Viene confermato dall’arma che il giovane dalla casa della zia si è recato immediatamente alla stazione cittadina ed è arrivato a Firenze. Il giallo, però, non finisce qui e le indagini sono ancora in corso per capire le motivazioni di questo gesto che non sembrerebbero essere riconducibili a nessun’altro se non ad una sua spontanea decisione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter